Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Te lo spiego io

di
Pubblicato il: 29-10-2020


Te lo spiego io © iStock

Sanihelp.it - Ricevere una diagnosi di tumore nell’infanzia o nell’adolescenza non è facile né per chi la riceve né per le famiglie.

Ecco perché sia la consapevolezza sia la conoscenza sono il miglior antidoto contro la paura. 

La LILT Milano e Monza Brianza e l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano hanno ideato Te lo spiego io.

La campagna di informazione è stata pensata per  i circa 2.500 tra bambini e adolescenti che in Italia si ammalano di tumore con tassi di sopravvivenza compresi tra l’80 e il 90%

.L ’APP e l’eBook di Te lo spiego io, editi dal Centro Leonardo Education, sono scaricabili gratuitamente in 7 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, romeno, arabo, cinese) in formato ePub e tramite web app.

I 29 filmati nei quali il linguaggio è adeguato e il tono della voce narrante è amichevole e accogliente illustrano l’ambiente ospedaliero, le modalità dei principali accertamenti diagnostici e le terapie.

I giochi didattici e l’album corredato da stickers intrattengono i bambini sia durante l’attesa in ospedale che durante il tempo libero.

Gli strumenti di apprendimento interattivi aiutano nell’acquisizione di nuove competenze da spendere non solo a scuola, ma anche con gli amici.

I piccoli pazienti potranno scaricare inoltre, gratuitamente, un libro multimediale interattivo edito dal Centro Leonardo Education da condividere con amici e compagni.

All’interno dell’eBook e dell’APP seguiamo Maria Stuarda, la piccola tartaruga mascotte del reparto di Pediatria Oncologica, che si ammala e che aiutiamo a guarire.

Insieme a lei conosciamo lo staff di medici, infermieri ed educatori che si prenderanno cura del bambino, impariamo a capire a quali cure è necessario sottoporsi, quali precauzioni dobbiamo prendere e perché. Non dimentichiamo però che i bambini hanno diritto a giocare e a studiare, quindi insieme a Maria Stuarda proveremo le diverse attività ludiche, ci dedicheremo allo sport e anche allo studio.

Le parole della Dott.ssa Maura Massimino, medico-chirurgo e direttore del reparto di Pediatria Oncologica dell’INT, rendono chiaro l’obiettivo primario di questo progetto: «Ci proponiamo di illuminare la realtà della malattia e accompagnare il piccolo paziente e la sua famiglia nel percorso di cura con un linguaggio »misto», quale è quello usato oggi, soprattutto dai più giovani».

L’accompagnamento è realizzato infatti attraverso la definizione descrittiva, visiva ed interattiva, in parte con idee ed immagini realizzate da altri pazienti, delle diverse tappe che coincidono con le possibili necessità diagnostiche e terapeutiche di ogni bambino.

«Il nostro Istituto è legato a LILT da un rapporto di grande collaborazione e impegno che mette da sempre al centro i pazienti e vuole sostenerli durante tutto il faticoso percorso della malattia» – commenta Marco Votta, Presidente Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.

«Ci accomunano due importanti obiettivi: l’umanizzazione delle cure e la grande attenzione al benessere fisico e psicologico dei malati partendo proprio dai più piccoli, di cui questa iniziativa è un concreto esempio. Voglio quindi ringraziare a nome di tutto l’Istituto l’Associazione per essere sempre presente nella quotidianità e per le innumerevoli attività rivolte ai malati e ai loro familiari».

Te lo spiego io è stato sostenuto dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Milano e Monza Brianza e potrà essere ripreso e adattato anche ad altre realtà ospedaliere, previo accordo con LILT Milano Monza e Brianza, Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Centro Leonardo Education.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Istituto Nazionale dei Tumori di Milano

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?