Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I dati dell'Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime.

In aumento i casi di violenza in famiglia

di
Pubblicato il: 04-11-2020


In aumento i casi di violenza in famiglia © istock

Sanihelp.it - Il lockdown della primavera scorsa ha segnato un aumento del 50% delle violenze in famiglia solo in Lombardia. Le richieste di aiuto per fatti collegati alla violenza domestica sono aumentate di conseguenza.

Le chiamate al Numero Anti Violenza e Stalking 1522, gratuito e attivo 24 ore su 24, anche via chat, nel periodo compreso tra marzo e giugno 2020 sono più che raddoppiate rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (+119,6%), passando da 6.956 a 15.280.

La presidente dell’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime, l’avvocato Elisabetta Aldrovandi, stima che con i recenti provvedimenti di chiusura si possa assistere a una crescita esponenziale di disturbi per quei nuclei familiari in cui già da tempo covano patologie emotive e psicologiche.

«Il più frequente è il disturbo acuto da stress che viene diagnosticato nel 97% delle vittime a una settimana dalla violenza sessuale e nel 47% a tre mesi dal trauma» spiega l’esperta.

«Si registrano poi disturbi post-traumatici da stress con una frequenza che oscilla dal 13% al 70% dei casi e disturbi depressivi che possono interessare dal 44% al 59% delle vittime anche a distanza di anni». Senza trascurare il fatto che fra le donne che hanno subito violenza si riscontra anche una maggiore frequenza di suicidio.

Sempre a seguito delle violenze, i dati riportano come conseguenza una serie di disturbi fisici acuti e cronici che vanno dalle lesioni determinate direttamente dai traumi alle patologie ginecologiche, dai disturbi alimentari alla tachicardia, abuso di alcol e sostanze, oltre al rischio di gravidanze indesiderate o di malattie sessualmente trasmesse.

«Grazie a una convenzione con l'Osservatorio Nazionale Violenza e Suicidio sono a disposizione psicologi su tutto il territorio nazionale che possono fornire aiuti e consulenze a chi soffre di disagi psicologici» spiega Aldrovandi.

La prospettiva purtroppo non è certo serena. «Ci prepariamo affrontare mesi in cui il disagio psicologico, l'ansia e la rabbia repressa potrebbero sfociare in azioni violente, soprattutto in ambito domestico: la vicinanza e l'assistenza psicologica saranno fondamentali» conclude l'esperta.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?