Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

I dati di una ricerca su italiani, stress e benessere.

Covid 19, più stress ma maggior attenzione alla salute

di
Pubblicato il: 09-11-2020


Covid 19, più stress ma maggior attenzione alla salute © istock

Sanihelp.it - I dati di una recente ricerca condotta per conto di Fitbit testimoniano che gli italiani, a partire dal lockdown, sono diventati più consapevoli nei confronti della loro salute e prestano un’attenzione sempre maggiore al benessere.

Tutto questo nonostante la situazione in cui ci si è trovati e ci si trova tutt’ora, aumentando in maniera esponenziale i livelli di stress, non favorisca di certo equilibrio e serenità.

Dai dati della ricerca condotta su 1.009 persone in Italia nel mese di agosto ai quali si sommano quelli degli utenti Fitbit, raccolti tra il 24 febbraio al 29 agosto 2020, emerge che mentre a preoccuparsi della salute prima della pandemia era sono un 20% degli italiani, la percentuale è salita dopo il primo lockdown al 76%.

Durante la prima ondata, con le routine quotidiane erano stravolte, i partecipanti italiani al sondaggio hanno affermato di aver preso provvedimenti concreti per migliorare la propria salute personale: il 54% ha sviluppato comportamenti più sani, il 47% ha dormito meglio e di più. 

Le abitudini positive adottate ad inizio pandemia sono state essenziali per aiutare le persone nella gestione di un periodo molto complicato. Oltre a dormire meglio, gli italiani hanno bevuto meno alcool, il 58%, e hanno mangiato cibi più sani, il 56%.  

Ma per la metà degli intervistati il 2020 è stato comunque l’anno più stressante di sempre, in particolare per i giovani tra i 18 e i 24 anni. Con effetti negativi sull’umore: il 40% delle donne intervistate ha segnalato come ansia e nervosismo influenzino negativamente l’energia e la concentrazione.

Ma cosa vorrebbero gli italiani per stare meglio in un prossimo futuro? Il 33% vede come aspetto chiave quello di riuscire a gestire meglio lo stress mentre il 26% vorrebbe fare più attività fisica e il 31% cambiare le proprie abitudini alimentari in meglio.

Certo affrontare lo stress non è facile e dalla ricerca è emerso che gli italiani cercano di farlo nei modi più diversi. C’è chi ascolta musica, il 46%, e chi legge, il 29%, chi fa attività all’aperto, il 24%, ma c’è comunque un 12% di intervistati che dichiara di non aver ancora trovato una soluzione efficace.

«Il primo passo per ridurre al minimo l'impatto dello stress nella vita quotidiana è quello di essere in grado di riconoscerne i sintomi prima che si instauri una condizione cronica e pericolosa per la salute» suggerisce Roberto Cattivelli, psicologo del Servizio di Psicologia Clinica – IRCCS Istituto Auxologico Italiano di Milano.

«Ognuno deve imparare a gestirlo e a prevenirlo con le strategie che preferisce, sia camminare nella natura, ascoltare musica, fare un massaggio, praticare yoga o tai chi. A volte può anche essere utile ricorrere a tecniche mindfulness, rilassamento e respirazione o a veri e propri riti di benessere personale essenziali per riconnettere al momento presente, proteggendo dallo stress» conclude l’esperto.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Fitbit

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?