Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

L'arte del relax tra le pareti domestiche.

La spa? Ora è a casa

di
Pubblicato il: 10-11-2020

Bagni profumati e lunghi massaggi per chiudere fuori il freddo, la stanchezza e il malumore.


La spa? Ora è a casa © istock

Sanihelp.it - Da un lato ci sono le necessarie restrizioni imposte dal Covid, dall’altro il freddo che si fa sempre più intenso e spinge a chiudersi nel tepore di casa.

Sta di fatto che tra le pareti domestiche adesso c’è un buon margine di tempo da sfruttare al meglio con rituali di bellezza casalinghi che si possono considerare come la versione «omeopatica» di quelli professionali in istituto: funzionano se vengono ripetuti con costanza, rallentando i ritmi, calibrando i gesti, scegliendo con attenzione i prodotti da utilizzare per la cura del corpo.

Chi ha detto ad esempio che la doccia deve essere per forza veloce? «Anche sotto il getto ci si prendere il giusto tempo per coccolarsi» spiega Antonella Filippi, fitoterapeuta, esperta di cosmesi naturale a Torino.  

«Prima di passare sotto il getto ad esempio si può applicare sulla pelle ancora asciutta di un olio per il corpo dopo averlo scaldato vicino al calorifero o ad una candela accesa in modo che diventi più generoso nell’azione emolliente e rigenerante» continua l’esperta. «Nella doccia poi si può massaggiare il corpo, dal basso verso l’alto, con una spazzola in setole naturali oppure guanto in sisal, una fibra naturale ricavata dall’agave che esfolia, elimina i peli incarniti, leviga e riattiva la circolazione con un forte effetto tonificante» continua Filippi.

Preferite il bagno? Una musica dolce di sottofondo, un diffusore di aromi e una candela accesa creano la giusta atmosfera. «L’immersione in acqua calda fa sentire subito in una spa: importante è scegliere bene cosa aggiungere in vasca» commenta l’esperta. Può essere un bagnoschiuma per lasciarsi avvolgere da mille soffici bolle, dei sali da bagno profumati oppure qualche goccia di olio essenziale di lavanda rilassante, di rosa calmante, di pino tonificante.

«La sera, per conciliare il sonno, si può aggiungere all’acqua del sale di Epsom o sale amaro, ricco in magnesio che distende la muscolatura, con un paio di manciate di sale marino e tre di argilla verde si ottiene un bagno rinvigorente perfetto per partire con sprint il mattino mentre aggiungendo dell’aceto di mele l’immersione è remineralizzante e ammorbidente» commenta Filippi.

La sosta in vasca è il momento ideale per regalarsi qualche trattamento extra. Si può massaggiare il corpo con uno scrub per eliminare le cellule morte e dare levigata compattezza alla pelle, applicare un impacco di olio sui capelli oppure una maschera sul viso.

E fuori dalla vasca è il momento di coccolarsi con un lungo massaggio; si può usare un olio profumato, generoso nell’azione emolliente e nutriente oppure una crema soffice e profumata. Le carezze lente e delicate, dal basso verso l’alto, rilassano e attivano la circolazione dando tono.

Nella vasca si possono anche sciogliere dei fanghi che volendo si applicano anche sulla pelle asciutta, sulla parte bassa del corpo, cosce, glutei, fianchi e addome, massaggiandoli per almeno un paio di minuti con movimenti circolari in modo da potenziare la loro attività detossinante.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
redazione

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?