Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Svolta salutistica per 6 italiani su 10.

Buon compleanno dieta mediterranea!

di
Pubblicato il: 16-11-2020


Buon compleanno dieta mediterranea! © istock

Sanihelp.itOlio extravergine di oliva, pasta, frutta e verdura. I prodotti simbolo della dieta mediterranea hanno registrato un aumento dell’11% dei consumi negli ultimi mesi. Segno che la pandemia spinge gli italiani a una tavola più equilibrata e sana.

Sono i dati emersi da un’analisi Coldiretti su dati Ismea diffusa in occasione del decennale della dell’iscrizione della dieta mediterranea nella lista del patrimonio culturale immateriale dell’umanità da parte dell’Unesco.

Il 16 novembre 2010 la dieta simbolo del mondo mediterraneo riceveva il giusto tributo per la sua forte valenza salutistica che gli italiani sembrano aver riscoperto proprio in tema di pandemia: sei su dieci infatti dopo il primo lockdown hanno dichiarato di privilegiare abitualmente un regime nutrizionale ispirato alla dieta mediterranea perché più salutare, ricco di cibi freschi, molta frutta e verdura, legumi e il giusto apporto di proteine.

A guidare la classifica dei prodotti più amati è sempre la pasta, alimento simbolo della dieta mediterranea, che ha visto negli ultimi sei mesi dell’anno un incremento degli acquisti del 12,5%. Al secondo posto la verdura con una crescita del 12,2%, seguita dalla frutta con un +11,1% e dall’olio extravergine d’oliva dove i consumi sono aumentati del 9,5%.

Un trend che è conseguenza anche del maggior tempo che, per via delle restrizioni e dello smart working, gli italiani trascorrono in casa e in modo particolare tra i fornelli che ha spinto tanti a cimentarsi anche in preparazioni elaborate come le conserve fai da te a base di verdura, frutta, olio.

Anche la pasta casalinga, altro punto di forza della dieta mediterranea, è tornata di moda come dimostrano anche gli incrementi a doppia cifra fatti registrare nel 2020 dagli acquisti di uova e farina, cresciuti rispettivamente del 22,1% e del 59%.

La svolta salutista è una tendenza anche a livello internazionale come dimostra il fatto che la dieta mediterranea si è classificata come migliore dieta al mondo del 2020 davanti alla dash e alla flexariana, sulla base del best diets ranking elaborato dal media statunitense U.S. News & World’s Report’s, noto a livello globale per la redazione di classifiche e consigli per i consumatori.

La dieta mediterranea ha vinto la sfida tra 35 diverse alternative con un punteggio di 4,2 su 5 grazie agli effetti positivi che ha sulla longevità e ai benefici per la salute. Che per altro sono molti e vanno dal controllo del peso alla salute del cuore e del sistema nervoso, dalla prevenzione del cancro e delle malattie croniche al controllo del diabete.

Tutto questo anche perché, come riportato nella decisione del Comitato di valutazione per l’iscrizione dell’Unesco, la dieta mediterranea è molto più che una semplice metodo alimentare ma è un vero e proprio stile di vita che coinvolge molti aspetti, dalla tavola al movimento fino all’interazione sociale.

La dieta mediterranea in sostanza è modello nutrizionale rimasto costante nel tempo e nello spazio, un prezioso tesoro del made in Italy che ha consentito all’Italia di conquistare il record di longevità in Europa con la speranza di vita alla nascita che raggiunge il massimo storico di 82,3 anni con 80,9 anni per gli uomini e 85,2 anni per le donne e con ben 14.456 ultracentenari in tutto il territorio.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Coldiretti

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?