Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Orario dei pasti: impatto sul peso corporeo

di
Pubblicato il: 17-11-2020


Orario dei pasti: impatto sul peso corporeo © iStock

Sanihelp.it - La vita di tutti i giorni è frenetica, per questo non è affatto insolito per esigenze lavorative e di famiglia, cenare tardi la sera.

Quest’abitudine tuttavia, predispone al sovrappeso e all’obesità: lo ribadisce uno studio recentemente pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition.

Nello studio in questione sono stati inclusi più di  3.300 persone in sovrappeso o obese.

Il campione iniziale era costituito per il 79% da donne. 

Tutti i partecipanti hanno aderito a un programma di dimagrimento basato sui principi della Dieta Mediterranea.

Sono stati però ulteriormente  suddivisi in due gruppi a seconda degli orari di consumo dei pasti principali.

All’inizio dello studio coloro che tendevano a posticipare i pasti si sono distinti dai partecipanti che tendevano ad anticiparli anche per quanto riguarda gli orari di addormentamento e della sveglia mattutina, per i livelli più elevati di trigliceridi nel sangue e per la minore sensibilità insulinica, indipendentemente dai valori di indice di massa corporea. 

L’analisi di un sottogruppo di oltre 600 persone ha permesso di rilevare che anche i livelli circolanti mattutini di leptina (l’ormone della sazietà) erano più elevati tra coloro che assumevano la cena più tardi, che infatti dimostravano di avere meno appetito nelle prime ore della giornata.

Al termine delle 19 settimane di intervento dietetico il calo ponderale si è rivelato inferiore per tutti quelli abituati a mangiare tardi la sera rispetto a quelli che tendevano ad anticipare l’ultimo pasto del giorno.

In media hanno perso circa il 17% del peso corporeo iniziale in meno.

Ad ogni ora di ritardo nell’assunzione dei pasti è corrisposto una riduzione di 50 g della perdita di peso in una settimana.

La differenza nel raggiungimento dell’obiettivo è stata messa in relazione con la minore motivazione a perdere peso, la maggiore propensione ad assumere cibo sotto stress e a mangiare nelle ore notturne e davanti alla TV.
Secondo gli autori dello studio anticipare l’orario di consumo dei pasti potrebbe rappresentare una semplice  strategia utile per migliorare l’efficacia delle diete ipocaloriche finalizzate alla perdita di peso.  



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
American Journal of Clinical Nutrition

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?