Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

21a Giornata di Raccolta del Farmaco

di
Pubblicato il: 08-02-2021

21a Giornata di Raccolta del Farmaco © iStock

Sanihelp.it - Per il secondo anno consecutivo, per un’intera settimana dal 9 al 15 febbraio  sarà possibile donare uno o più medicinali da banco per i più bisognosi.

L’edizione 2020 ha visto la donazione e la raccolta di 541.175 confezioni di medicinali (pari a un valore di 4.072.346 euro) e nel 2021 risulta fondamentale continuare questo trend positivo, ancor più tenendo conto dell’impatto che ha avuto l’attuale pandemia sulla popolazione più povera che spesso, in questi mesi, è stata ancor più in difficoltà vivendo sovente un aggravio della propria marginalità. 

Sarà possibile contribuire alla GRF (Giornata Raccolta del Farmaco) nelle oltre 5.000 farmacie che aderiscono in tutta Italia, grazie al sostegno di oltre 17.000 farmacisti e più di 20.000 volontari. La GRF si volge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il patrocinio di Aifa e in collaborazione con Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute, Egualia – Industrie Farmaci Accessibili, Federsalus e BFResearch. Intesa Sanpaolo è Partner Istituzionale dell’iniziativa. La GRF è realizzata grazie all’importante contributo incondizionato di IBSA Farmaceutici, Teva ed EG Stada Group, e al sostegno di DOC Generici, Zentiva, DHL Supply Chain e Piam Farmaceutici. La Giornata è supportata da Responsabilità Sociale Rai, Mediafriends, La7, Sky per il sociale, e Pubblicità Progresso.

«Assosalute è orgogliosa di partecipare anche nel 2021 alla Giornata di Raccolta del Farmaco – afferma Maurizio Chirieleison, Presidente Assosalute, Associazione nazionale farmaci di automedicazione che fa parte di Federchimica – e di contribuire alla realizzazione di un evento che, nonostante l’incertezza che caratterizza questo periodo, è ormai diventato un punto di riferimento annuale e un esempio di solidarietà a livello nazionale. I farmaci senza obbligo di ricetta rappresentano una soluzione efficace e semplice per risolvere i più comuni disturbi di salute, e Assosalute è lieta di sostenere anche quest’annol’iniziativa del Banco Farmaceutico che promuove un principio fondamentale, ossia il diritto alla salute per tutti, nessuno escluso. Gli effetti della pandemia sono drammatici – ha commentato Chirieleison – nel 2020, 434.000 persone indigenti hanno avuto bisogno di medicinali ma non hanno potuto acquistarli per mancanza di risorse economiche, una situazione peggiorata dal Covid-19. Per questo motivo è fondamentale che, tutti coloro che ne hanno la possibilità, contribuiscano».

«Nonostante le grandi difficoltà, e l’incertezza rispetto alla possibile ed eventuale presenza dei nostri volontari, abbiamo deciso che la Giornata di Raccolta del Farmaco andava fatta. Perché ce n’è bisogno come mai prima d’ora. Anzitutto, per un’esigenza concreta: i poveri hanno bisogno di medicine, ma non possono acquistarle; tante realtà assistenziali che si prendono cura di loro, hanno risentito della pandemia, e hanno bisogno di tutto il sostegno possibile per offrirlo, a loro volta, ai poveri che chiedono loro rifugio. Inoltre, il nostro Paese, per non cedere allo sconforto e poter tornare a guardare al futuro con speranza, ha bisogno di un moto collettivo di umanità e di grandi esempi di carità. La Giornata di Raccolta del Farmaco è uno di questi esempi, come Papa Francesco, ricevendo Banco Farmaceutico in udienza il 19 settembre 2020, ha voluto sottolineare, affermando: Grazie di quello che fate. La Giornata di Raccolta del Farmaco è un esempio importante di come la generosità e la condivisione dei beni possono migliorare la nostra società». Per questo, invitiamo chiunque possa permetterselo ad andare in farmacia – ad andarci appositamente, magari – per donare un medicinale per chi non può permetterselo», ha dichiarato Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus



VOTA:
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?