Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Concepimento

Paola Turani: un figlio dopo 8 anni di ricerca

di
Pubblicato il: 04-05-2021

La modella e influencer è finalmente in dolce attesa dopo anni passati alla ricerca di un figlio e la scelta di intraprendere la strada della procreazione assistita. Un «piccolo grande miracolo».


Paola Turani: un figlio dopo 8 anni di ricerca © Instagram

Sanihelp.it - Test di gravidanza in mano e lacrime di gioia a rigarle gli occhi: così la modella Paola Turani ha rivelato su Instagram di essere in dolce attesa. «Era il 26 gennaio, avevo un ritardo di sei giorni e mai come in quel mese stavo aspettando l’arrivo del ciclo. Quel ritardo però non era normale… perché sono sempre stata così puntuale. Sono corsa in farmacia e nel pomeriggio ho deciso di fare il test. Ero a casa da sola. L’attesa guardando lo schermo del test di gravidanza, quei minuti che sembravano infiniti e poi il risultato INCINTA 3+» ha raccontato a corredo del post pubblicato il primo aprile. «Non potevo credere ai miei occhi, sono rimasta pietrificata per qualche secondo e avrò ripetuto non ci credo almeno cento volte! (avremo modo di parlare del perché, così capirete meglio)».

E, come promesso, l’influencer bergamasca ha successivamente deciso di spiegare bene perché faticasse così tanto a credere al test di gravidanza positivo e lo ha fatto con un video, pubblicato sempre sui social l’8 aprile, in cui racconta le vicissitudini che lei e il marito hanno affrontato negli ultimi anni «perché dell’infertilità si parla sempre poco, perché siamo in tanti a soffrire per un sogno che fa fatica a realizzarsi».

È il 2013, infatti, quando la coppia si sente pronta per provare ad allargare la famiglia e cominciano i tentativi. Infruttuosi. «Per molto tempo l’abbiamo vissuta con serenità, fortunatamente siamo sempre stati impegnati con il lavoro ed ero talmente concentrata che non ho mai pensato seriamente al tempo che passava. Poi però i mesi che trascorrevano sono diventati anni» ha raccontato. «Ci sono stati mesi in cui mi sentivo più suscettibile e soffrivo; mesi, invece, in cui non ci pensavo».

L’estate scorsa decidono di affidarsi a una clinica e sottoporsi a tutti gli esami del caso. Il responso non è roseo: «Concepire naturalmente per noi sarebbe stato molto ma molto improbabile. Quasi impossibile» rivela la modella, non senza raccomandare ai suoi follower di non seguire il suo esempio, ossia di fare subito gli esami se i figli tardano ad arrivare, senza lasciar passare molti anni. «Sono stati mesi duri, è stata una botta psicologica. Quante lacrime ho versato».

La coppia quindi si sottopone a ulteriori visite ed esami in attesa di iniziare un percorso di procreazione medico assistita (PMA). Poi la sorpresa: «Proprio nel mese in cui dovevamo iniziare la PMA io sono rimasta incinta, naturalmente. Questa notizia ha spiazzato tutti, medici compresi, eravamo increduli ma di una felicità che è impossibile spiegare a parole! È successo così, dopo 8 anni. Mi piace chiamarlo: il nostro piccolo grande miracolo». E conclude con un messaggio di speranza per le donne che la seguono: «Amiche che mi state leggendo, so che mi capite, siamo in tante, siamo forti, ma soprattutto non siamo sbagliate. Dobbiamo solo lottare un po’ di più per il nostro arcobaleno. Non arrendetevi, siete forti!».



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Instagram

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?