Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Pizza: la sforna il distributore automatico

di
Pubblicato il: 04-05-2021


Pizza: la sforna il distributore automatico © iStock

Sanihelp.it - Dobbiamo mantenere le distanze e non assembrarci?

Cosa c’è di meglio, allora, che ritirare il cibo al distributore automatico?

A Roma da poco è stato istallato il primo distributore di pizza, Mr. Go in grado di preparala in soli 3 minuti.

Mr.Go utilizza una tecnologia frutto della ricerca di una start up internazionale che opera nell’ambito del food tech e ha brevettato il distributore sotto il marchio Let’s Pizza, al progetto partecipa il Cibo Labs di Bolzano, al lavoro per implementare l’efficienza e la qualità del macchinario ormai da dieci anni.

Questo distributore vuole essere solo il primo, l’idea è quella di creare una catena che colonizzi le principali città italiane con distributori di cibo al servizio del consumatore.

La pizza viene prodotta da zero, partendo proprio dal panetto: all’interno del distributore si può vedere, da un’apposita finestrella trasparente tutto il processo di lavorazione.

La farina viene miscelata con l’acqua per ottenere un panetto da 160 grammi; poi l’impasto viene pressato fino a diventare un disco, sul quale si stende il condimento.

Questi ultimi sono conservati sottovuoto fino al momento della preparazione.

Gli ingredienti usati assicurano, sono di prima qualità,  e sono scelti accuratamente e di volta in volta monitorati attraverso un sistema remoto che consente di verificare le quantità di prodotto nella macchina e la scadenza per ciascuno in modo da offrire sempre la garanzia di eccellenza di questo prodotto.

Per finire, la pizza entra nel forno, dove cuoce a 380 gradi; la consegna avviene nel cartone.

Al momento il distributore permette di scegliere fra 4 gusti: margherita, diavola, pancetta e quattro formaggi, con prezzi che oscillano dai 4.50 (per la margherita) ai 6 euro (per la quattro formaggi).

Qualche dubbio suscita la lievitazione, il distributore usa un mix di farine che contengono una piccolissima quantità di agente lievitante e zucchero che attivano il processo di lievitazione durante la fase di cottura.

La presenza di un distributore assicura di poter soddisfare la voglia di pizza h 24.



FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
Mr.Go

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.
VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?