Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute e animali

In spiaggia con il cane

di
Pubblicato il: 25-05-2021

Passiamo con lui tutto l'anno e vorremmo condividere anche la vacanza: come fare?


In spiaggia con il cane © iStock

Sanihelp.it - Prima di tutto: è possibile portare il cane in spiaggia? Non esiste una legge dello Stato che ce lo dica, sono i comuni che decidono cosa fare. La prima cosa a cui pensare è di informarsi bene prima di prenotare, per non arrivare alla spiaggia e trovare un cartello che vieta l’ingresso al cane: vacanza rovinata.

Per quanto riguarda le spiagge libere, se non ci sono precisi divieti, il cane può essere accompagnato al guinzaglio e con la museruola a portata di mano. I titolari della concessione su una spiaggia, invece, possono decidere il da farsi: vietare l’accesso agli animali nel proprio stabilimento balneare o chiedere al Comune l’autorizzazione per consentirne la presenza.

Da tutto questo sono esclusi i cani di salvataggio e i cani guida per non vedenti.

Una volta stabilito che il nostro cane passerà con noi la giornata in spiaggia, vediamo come ci si può organizzare.

Il cane deve rimanere all’ombra, per cui servirà un ombrellone o una tenda per creare una zona fresca, e un materassino idrorepellente in modo che l’animale si possa sdraiare dopo aver fatto magari una nuotata. Evitare le ore più calde della giornata per non incorrere nel pericolo di un colpo di calore. Il sacchetto per raccogliere le deiezioni deve essere sempre a portata di mano.

Tenere sempre a disposizione una ciotola d’acqua fresca per reidratarlo, come sempre quando si viaggia con il cane. Non consentirgli mai di bere l’acqua di mare, potrebbe provocargli disturbi gastrointestinali e squilibri elettrolitici.

Come gli esseri umani, anche i cani hanno bisogno della crema solare, soprattutto le razze a pelo corto, gli animali appena tosati e tutti sulle zone glabre, come il tartufo e il padiglione auricolare. 

La crema non deve essere quella per uso umano, ma un prodotto apposito, la cui applicazione va ripetuta qualora il cane facesse il bagno in mare.

A sera, prima di andare via, risciacquiamo l’animale con acqua dolce per eliminare sabbia e salsedine che potrebbero dargli prurito e dermatiti, e asciughiamolo bene, in particolare le orecchie. L’applicazione di un collirio naturale, per esempio all’eufrasia e camomilla, può essere utile per evitare che vada incontro a congiuntiviti.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?