Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Prepararsi all'estate

Sei mosse e i capelli sono pronti per il sole

di
Pubblicato il: 07-06-2021

I raggi non sono un toccasana per la chioma. Se è sana e vitale può affrontarsi al meglio, senza subire danni.


Sei mosse e i capelli sono pronti per il sole © istock

Sanihelp.it - Ormai è chiaro: il sole non fa più di tanto bene ai capelli. Anzi, li inaridisce e li sfibra, li rende spenti, opachi e deboli. Le contromisure partono ancora prima delle vacanze: se la chioma è forte e vitale, stare al sole senza subirne i danni diventa più facile.

Cambia lo shampoo  Ora ne serve uno davvero molto delicato meglio se arricchito con oli e burri vegetali che già dal lavaggio si prendono cura della fibra evitando che si impoverisca. La frequenza con cui usarlo rimane una scelta personale: anche un lavaggio al giorno è concesso se il detergente è dolce e non si usa acqua troppo calda che disidrata.

Programma più spesso la maschera   Se prima ti limitavi a una volta ogni dieci, quindici giorni falla ogni settimana, anche due mettendola solo sulla parte finale del capello, la più sfibrata e debole che soffre maggiormente per il sole.

Perché i capelli ne godano a pieno il segreto è procedere con calma: stendi il prodotto in modo uniforme, ciocca per ciocca, dalla radice alle punte con il solo aiuto delle dita. Lascia in posa almeno dieci minuti meglio se avvolgendo la testa in un asciugamano bagnato di acqua molto calda e ben strizzato in modo che il calore faccia penetrare a fondo i principi trattanti. Emulsiona con un po’ di acqua tiepida e procedi con un risciacquo accurato.

Fai più ricco l’impacco   Se non hai tantissimo tempo puoi aggiungere un cucchiaio di olio di mandorle o di cocco alla maschera così diventa ancora più nutriente e rigenerante. Oli e burri vegetali sono perfetti per un impacco supernutriente: mescola un cucchiaio di olio di cocco con uno di burro di karité e uno di gel di aloe e applica sui capelli massaggiandoli soprattutto sulle punte. Ideale è lasciare agire l’impacco per due, tre ore, oppure farlo la sera, tenerlo tutta notte e lavare i capelli al mattino, sempre con uno shampoo delicato.

Purifica il cuoio capelluto  Smog, sebo, residui di prodotti, impurità soffocano la cute, tolgono ossigeno, limitano il nutrimento dei bulbi e finiscono così per indebolire la chioma. Uno scrub aiuta a liberare il cuoio capelluto dalle tossine: massaggialo dopo aver bagnato la testa, altrimenti risulta troppo aggressivo, con movimenti leggeri dei polpastrelli, portalo via con acqua tiepida e poi con il consueto lavaggio con lo shampoo.

Rivedi lo styling  Abbassa innanzitutto la temperatura del phon, visto che il calore toglie idratazione alla fibra e la indebolisce. Meglio un getto di aria al minimo e appena possibile approfittare della bella stagione per lasciare asciugare i capelli all’aria. Attenzione poi alla piastra: ora più che mai il suo utilizzo va dosato con estrema parsimonia.

Prendi appuntamento in salone   E’ questo il momento di tagliare i capelli togliendo la parte finale rovinata che al sole si inaridisce ancora di più. Buona idea anche programmare trattamenti a base di cheratina che aiutano a domare l’effetto crespo per tutta l’estate senza dovere stressare troppo la fibra con brushing e piastre.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?