Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Bellezza estate

E adesso, sandali!

di
Pubblicato il: 14-06-2021

E adesso, sandali! © istock

Sanihelp.itNei sandali ora ma tra poco nudi sulla sabbia o su un prato. Con l’estate i piedi escono allo scoperto e per questo hanno bisogno di attenzioni puntuali. Ecco i consigli di Treatwell, sito di prenotazioni di trattamenti di bellezza e di benessere, per una pedicure impeccabile.

Comincia con la pulizia   Prima di procedere con la pedicure è importante pulire bene le unghie per non compromettere il risultato finale. Ideale è usare una spazzolina con un po’ di sapone neutro eventualmente completando la pulizia con un bastoncino di legno di arancio.

Togli lo smalto vecchio   Ma non farlo strofinando con eccessivo vigore: bagna due dischetti di cotone con un solvente a base oleosa senza acetone (è una sostanza molto aggressiva che a lungo andare indebolisce le unghie), lasciali agire sulle unghie per un minuto e portali via. Ripeti l’operazione finchè tutto lo smalto è sparito: se ti serve su punti precisi può usare un bastoncino di cotone sempre imbevuto di solvente.

Procedi con l’ammollo: metti a bagno i piedi in una bacinella con acqua tiepida a cui puoi aggiungere un paio di cucchiai di bicarbonato e uno di olio di mandorle o di oliva. Lascia i piedi a mollo per una decina di minuti (se ti va puoi metterti una maschera sul viso) in modo che le unghie e la pelle si ammorbidiscano bene.

Sistema le cuticole   In genere quelle dei piedi sono messe meglio di quelle delle mani; in ogni caso non tagliarle perché rischi che crescano ancora più robuste e fastidiose: quando sono ancora umide dopo il pediluvio spostale indietro e modellale con un bastoncino di legno di arancio.

Regola le unghie  Non usare la forbice che le sfalda ma un tronchesino apposito. In ogni caso se fai la pedicure con regolarità, ogni settimana o al massimo ogni dieci giorni non dovresti averne bisogno: ti dovrebbe bastare la limetta per sistemarle dando una forma armoniosa. In ogni caso attenzione a non scendere mai ai lati per evitare che le unghie si incarniscano.

Livella le asperità  Può succedere che le unghie non abbiano una superficie uniforme. Non passarci sopra la limetta altrimenti rischi di rovinarle: usa un buffer, una sorta di mattoncino che con dolcezza leviga e lucida.

Vai di scrub o di lima, se serve   Se il piede non presenta particolari ispessimenti e ruvidità può bastare uno scrub a grana grossa per preservare la morbidezza della pelle. Se talloni e pianta invece ne hanno bisogno puoi strofinare sui punti critici una lima o la classica pietra pomice.

Usa con generosità la crema   Mettila subito dopo lo scrub massaggiandola finchè è del tutto assorbita e continua a farlo ogni sera insistendo soprattutto sui punti che tendono a diventare ruvidi come i talloni.

Fai l’impacco Ti serve dell’olio di cocco o del burro di karitè; mettilo generosamente sui piedi, infila prima un calzino di cotone, poi uno di lana e tieni il tutto per un quarto d’ora: con il calore le sostanze nutrienti penetrano a fondo e ammorbidiscono.

Metti lo smalto  Prima però serve una base che isola l’unghia dal contatto con i pigmenti e facilita la stesura del colore in modo che sia uniforme. Se ne hai bisogno usa gli appositi separadito: stendi la base, procedi con una prima dose di smalto e una decina di minuti dopo danne una seconda. Concludi con il top coat che sigilla il colore e lo fa durare a lungo. Non indossare nulla prima di una mezz’ora se vuoi che lo smalto resti impeccabile. 



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?