Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute della vista

Miopia e bambini, come accorgersi se ne soffrono

di
Pubblicato il: 15-06-2021

Sempre più impegnati nella visione da vicino, anche gli occhi dei piccoli possono avere problemi ad “aprirsi” verso la lunga distanza.


Miopia e bambini, come accorgersi se ne soffrono © istock

Sanihelp.it - Stiamo diventando tutti miopi? Il 28% della popolazione mondiale secondo i dati a disposizione ha un difetto superiore allo 0,50 di miopia. Ma il dato più allarmante riguarda i più piccoli.

Uno studio recentemente pubblicato su JAMA Oftalmology, che ha analizzato 120.000 bambini cinesi di 10 scuole diverse tra i 6 e i 16 anni, ha registrato nel 2020 un aumento della miopia 3 volte superiore rispetto agli anni precedenti.

Ovviamente la colpa va al lockdown e alla didattica a distanza che hanno amplificato il tempo passato davanti ai dispositivi elettronici. L’escalation è ancora più forte nei bambini e ragazzi con miopia elevata, cioè quella sopra le 6 diottrie, che nel 2050 interesserà il 10% della popolazione, ovvero un miliardo di persone.

In Italia, il difetto visivo della miopia colpisce 15 milioni di adulti e circa un milione e mezzo tra bambini e adolescenti, in particolare tra gli 8 e i 13 anni, fascia di età in cui il tasso annuale di progressione miopica è più rapido.

Il dato assume ancora più rilevanza se si considera che, se non trattata, la miopia può causare problemi alla vista. In particolare, i difetti miopici rilevanti sopra le 6 diottrie rappresentano fattori di rischio per altre patologie e complicanze anche serie.

Purtroppo sempre più impegnati in una visione da vicino e concentrati per molte ore al giorno su smarthphone, tablet e computer, gli occhi si adattano alle esigenze di visione prossimale a discapito di una capacità di visione a lunga distanza.

«Un trend sempre più diffuso e confermato dall’aumento di visite oculistiche, in Italia il 20% in più nell’ultimo anno, di bambini e ragazzi che lamentano una cattiva visione da lontano» afferma il professore Paolo Nucci, Ordinario di Oftalmologia presso l’Università Statale di Milano.

Quali sono i primi segnali da cogliere per capire se un bambino è miope?

 1. Il bambino miope tende ad avvicinarsi per vedere meglio televisione o lavagna.

2. Spesso tende a strizzare gli occhi per aumentare la profondità di messa a fuoco.

3. Riporta una visione sfocata quando guarda oggetti lontani.

4. Lamenta mal di testa per l'affaticamento degli occhi.

Quali sono le strategie per salvaguardare la salute degli occhi dei bambini?

Impedire l’abuso di video giochi anche nella stressante attività di studio. Se il bambino studia e poi in pausa si concentra sul videogioco, continua a mantenere una visione da vicino quando invece ha bisogno di guardare lontano.

Prendersi delle pause dagli schermi e da attività a distanza ravvicinata praticando la ginnastica dei 20-20-20: ovvero 20 secondi di pausa ogni 20 minuti guardando a 20 piedi di distanza (6 metri).

Mantenere una postura, una condizione di illuminazione e una distanza adeguata tra gli occhi e i diversi dispositivi: una visione ravvicinata sotto i 25 centimetri è un fattore molto predisponente verso lo sviluppo della miopia.

Trascorrere almeno 40 minuti al giorno all’aria aperta ed esporsi alla luce del sole che ha un effetto benefico sull’occhio, soprattutto perché aumenta la produzione di dopamina che è un mediatore chimico molto importante per gli occhi. Importante insegnare ai bambini a guardare all’orizzonte, un esercizio semplice ma molto efficace.

Effettuare i regolari controlli della vista permette di rilevare e trattare la miopia, riducendo il peggioramento della vista, la progressione della miopia e le potenziali complicanze. Si consiglia un primo controllo a tre anni e poi a 6 in coincidenza con l’inizio della scuola elementare.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?