Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Stili a confronto

Classical e Contemporary Pilates: cosa sono?

di
Pubblicato il: 29-06-2021

Che cosa si intende con questi termini, e che cosa sarebbe meglio seguire come metodologia per le proprie lezioni?


Classical e Contemporary Pilates: cosa sono? © iStock

Sanihelp.it - Tante denominazioni per una disciplina ancora in divenire.

Il Pilates, come accade a tanti altri tipi di attività, ha subito nel corso degli anni diversi interventi da parte di insegnanti ed esperti che hanno portato anche alla creazione di stili differenti.

Oggi si possono trovare stili come True Pilates, Stott Pilates, Covatech e così via. Ma uno dei confronti più grandi di sempre è tra il Classical Pilates e il Contemporary Pilates.

Che cosa si intende con questi due nomi?

Con il primo nome si fa riferimento a quelle scuole nelle quali si indica la necessità di insegnare il Pilates così come fu creato da Joseph Pilates, con le stesse tecniche e senza troppe innovazioni.

Gli esercizi classici saranno solo quelli che si potranno documentare tramite i video, le pubblicazioni e le foto che ritraggono lo stesso Pilates all’opera.

Inoltre, nel Classical Pilates si dovranno seguire i livelli, da principiante fino ad avanzato, in modo preciso.

Il Contemporary Pilates prende in considerazione le scuole che ritengono che il metodo Pilates debba comunque essere aggiornato e seguire i tempi.

Ad esempio, l’aggiunta di esercizi che si basino su recenti scoperte della medicina e della scienza possono far parte di questo tipo di approccio, così come gli esercizi che vengano modificati allo scopo di aiutare l’allievo a superare patologie e problemi.

A questo punto, ci si potrebbe chiedere che cosa sarebbe meglio fare.

La risposta non è così univoca! Sicuramente ogni tipo di allievo dovrebbe seguire il metodo che preferisce, magari provandoli entrambi, allo scopo di comprendere quale possa essere il migliore per le proprie esigenze.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?