Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Cioccolato: da assumere al mattino e prima del sonno

di
Pubblicato il: 29-06-2021

Cioccolato: da assumere al mattino e prima del sonno © iStock

Sanihelp.it - Un piccolo studio condotto su un campione di 19 donne in menopausa ha evidenziato che assumere cioccolato al latte, in momenti ben precisi della giornata, non contribuisce all’aumento di peso, ma anzi favorisce il mantenimento del peso corporeo, contribuisce a una sferzata di energia positiva e influenza, sempre in positivo le caratteristiche del microbiota.

Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver incluso nello studio 19 donne in menopausa, età media 52 anni, normopeso, senza diagnosi di disturbi endocrini, renali, epatici, alimentari, psichiatrici.

Le partecipanti, inoltre, hanno dichiarato di non assumere nessun farmaco o integratore di fibre.

Durante lo studio tutte si sono impegnate a seguire la loro normale alimentazione di sempre e a compilare dei questionari sulla sensazione di fame.

Si sono altresì impegnate ad assumere cioccolato al mattino, in questo caso ne hanno mangiato 100 al latte ogni giorno entro un’ora dal risveglio e insieme alla colazione, ma non ne hanno assunto più per il resto della giornata.

Secondo le indicazioni dello studio, in una fase successiva lo hanno assunto di  sera, in quantità di 100 grammi un’ora prima di mettersi a letto e non lo hanno assunto in nessun altro momento della giornata.

Ci sono state fasi dello studio duranti i quali l’assunzione di cioccolato era vietata, potevano sempre consumare qualsiasi altro alimento a loro piacimento.

Dall’incrocio dei dati a fine studio si è visto che in generale, la possibilità di consumare 100 g di cioccolato al giorno ha ridotto la fame e il desiderio di altri dolci.

Quando le donne hanno mangiato cioccolato al mattino, il loro apporto energetico ad libitum è sceso di 300 kcal/giorno rispetto al basale e quando lo hanno consumato di sera, tale apporto si è ridotto di 150 kcal/giorno.

In nessuno dei due casi casi però, la riduzione ha uguagliato il contributo energetico fornito dal consumo dei 100 g di cioccolato al latte.

Mangiare cioccolato prima di andare a letto ha consentito alle donne di svegliarsi con maggiore energia al mattino e ha influenzato in maniera più netta la composizione del microbiota.

Ecco perché le donne che di mattina presto fanno attività fisica potrebbero giovarsi di questo consumo serale di cioccolato  

Il consumo mattutino di cioccolato ha ridotto la glicemia a digiuno del 4,4%, la circonferenza vita dell’1,7% e ha aumentato l’ossidazione lipidica del 25,6%.

Ecco perché il cioccolato a colazione e poi la sua astensione per il resto della giornata può contribuire al mantenimento di un corretto peso corporeo. 



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?