Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Difetti visivi: chirurgia laser refrattiva per gli sportivi

di
Pubblicato il: 30-06-2021

Difetti visivi: chirurgia laser refrattiva per gli sportivi © Dottor Angelo Appiotti

Sanihelp.it - Negli ultimi anni è aumentato il numero di sportivi con difetti visivi che si sono sottoposti a interventi di chirurgia refrattiva, infatti sono tantissimi i professionisti dello sport con disturbi alla vista.

Di solito, si pensa ai giocatori come delle persone perfettamente sane senza alcun difetto fisico, in quanto si è abituati a vederli al meglio della loro forma e ovviamente senza occhiali o altri ausili.

Al contrario, anche gli sportivi sono soggetti a una serie di problemi fisici e disturbi, tuttavia il più delle volte non si notano, in quanto vengono presi appositi accorgimenti durante le competizioni agonistiche.

Oggi, i passi in avanti compiuti nel campo della chirurgia oculistica refrattiva consentono di usufruire di soluzioni sempre più evolute ed efficienti, con procedimenti innovativi che permettono agli sportivi di migliorare le proprie performance anche in caso di difetti visivi come miopia, astigmatismo e ipermetropia.

Tra i giocatori famosi che hanno beneficiato delle moderne tecniche di chirurgia laser refrattiva ci sono ad esempio Kaká, Marco Boriello, Federica Brignone e Ignazio Abate.
 

Quali sono le tecniche di chirurgia refrattiva laser scelte dagli sportivi

I disturbi alla vista possono compromettere in modo considerevole le prestazioni di uno sportivo, per questo motivo in molti ricorrono a tecniche avanzate di chirurgia laser refrattiva. Tra di esse annoveriamo le soluzioni proposte dal Dottor Angelo Appiotti, chirurgo oculista refrattivo famoso per aver operato decine di sportivi aiutandoli ad ottimizzare le loro performance.

Il Dottor Appiotti è celebre per avere messo a punto un protocollo specifico per la risoluzione dei difetti visivi degli atleti professionisti, grazie ad oltre 30 anni di esperienza nel settore e competenze all’avanguardia nei trattamenti chirurgici refrattivi di nuova generazione.

Una delle opzioni più innovative è la tecnica ReLEx SMILE, una procedura sofisticata indicata per la cura della miopia e dell’astigmatismo miopico, con la quale viene ridotta l’invasività dell’intervento che dura soltanto 28 secondi per ogni occhio.

Questo metodo è indolore e velocizza la fase di recupero, assicurando la massima comodità del paziente ed evitando la maggior parte dei problemi post-operatori. Un protocollo avanzato è anche la FemtoLASIK, una tecnica che sfrutta due laser e consente di personalizzare il trattamento in base al difetto visivo del paziente.

In alternativa esistono delle tecniche tradizionali molto sicure e affidabili come la PRK (Photo-Refractive Keratectomy), un procedimento utilizzabile quando non è possibile procedere con delle soluzioni più innovative, per assicurare comunque agli sportivi il recupero delle prestazioni visive e la possibilità di abbandonare gli occhiali da vista e le lenti a contatto.

Le varie soluzioni rappresentano l’evoluzione tecnologica nell’ambito della chirurgia refrattiva, con il passaggio dalle tecniche di prima e seconda generazione fino a quelle più evolute con i laser di terza generazione.
 

Perché la chirurgia refrattiva migliora le prestazioni sportive?

Per tutti gli sportivi, dai professionisti più celebri agli atleti amatoriali, i disturbi della vista sono un problema serio in quanto riducono le performance, non consentendo di esprimersi al 100% delle proprie potenzialità anche indossando delle ottime lenti a contatto.

La vista, infatti, è essenziale per l’equilibrio e il coordinamento, la percezione dello spazio e il calcolo delle distanze, basta immaginare un tennista che deve rispondere ad un servizio tirato ad una velocità media superiore ai 160-180 Km/h.

Con le moderne tecniche di chirurgia laser refrattiva gli atleti con difetti alla vista possono migliorare le proprie funzioni visive, aumentando la percezione dell’ambiente circostante e ottimizzando le prestazioni in termini di precisione e reattività.

Ovviamente, oggi queste tecnologie sono disponibili per tutti, non solo per gli sportivi, infatti usufruire di una vista perfetta e dire addio alle lenti a contatto è senza dubbio un vantaggio per chiunque, in grado di garantire benefici notevoli nel benessere della vita quotidiana.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?