Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Focus sulle Asana

Bharadvajasana, la torsione della Saggezza

di
Pubblicato il: 27-07-2021

Come eseguire correttamente questa posizione particolare, e come superare le difficoltà che si potranno incontrare


Bharadvajasana, la torsione della Saggezza © iStock

Sanihelp.it - Una posizione dal nome difficile, ma che aiuta a purificare e rinforzare il corpo.

Si tratta di Bharadvajasana, la posizione del Saggio Bharadvaja.

Questo uomo appartiene alla tradizione indiana, ed era, in particolare, un saggio che insegnava ai guerrieri l’arte di rimanere concentrati e di scoccare le frecce con precisione.

La posizione a lui intitolata può spesso sembrare molto difficile, ma la si può approcciare pian piano per arrivare, infine, al suo compimento.

Come eseguire la posizione

Come prima cosa si dovrà portare uno dei piedi in posizione dei Mezzo Loto. Il piede andrà posto sulla coscia opposta, senza lasciare la caviglia a mezz’aria, ma cercando di appoggiarla. Nel caso in cui ciò non sia possibile, si potrà eseguire la stessa posizione con le semplici gambe incrociate.

La gamba sulla quale appoggerà il piede dovrà essere portata nella posizione dell’Eroe parziale. Quindi, il piede andrà verso il gluteo.

Ad esempio, eseguendo la torsione a sinistra, il piede sinistro si appoggerà sulla coscia destra, e il piede destro andrà verso il gluteo destro.

 Successivamente, ci si allungherà verso l’alto inspirando, ed espirando si ruoterà a sinistra, con il braccio sinistro che andrà intorno al busto e la mano che tenderà a prendere il piede sinistro.

Si rimarrà in posizione per cinque respiri, e poi la si eseguirà dal lato opposto.

I benefici di Bharadvajasana

I benefici legati a questa posizione sono molteplici.

Aiuta ad allungare la schiena e a migliorare la postura.

Allunga i quadricipiti e le articolazioni del ginocchio e della caviglia.

Apre anche le spalle ed elasticizza le braccia. A livello mentale, è una posizione che aiuta molto a sentirsi radicati e forti.

Le controindicazioni

Nel caso in cui si abbiano problemi alle ginocchia o alle caviglie, si eseguirà la posizione con le semplici gambe incrociate, portando sempre una mano sul ginocchio opposto.

Non bisognerà eseguirla, come la maggior parte delle torsioni, in gravidanza.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?