Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute e animali

Una tartaruga in giardino

di
Pubblicato il: 20-07-2021

Come gestire una tartaruga in giardino


Una tartaruga in giardino © iStock

Sanihelp.it - Tartaruga o testuggine? È la stessa cosa, i due termini sono sinonimi, anche se la tendenza è di definire tartaruga la specie d’acqua dolce e testuggine quella di terra.
Sono dei rettili, antichissimi, alcuni a rischio d’estinzione. Per questo motivo si tratta di specie protette, per l’acquisizione delle quali è necessario produrre una particolare documentazione (CITES).
Le tartarughe che abbiamo nelle nostre case appartengono di solito a 3 specie:
Testudo Hermanni, la tartaruga comune;
Testudo marginata, la più grande;
Testudo graeca, arrivata a noi tramite importazioni, priva di unghie.
Sono tutte originarie del bacino del Mediterraneo e si adattano bene al nostro clima.
La soluzione migliore per l’animale è sicuramente il giardino, in assenza del quale, tuttavia, si può allestire un terrario, le cui dimensioni dipendono dalla specie e dall’età della tartaruga che si vuole ospitare. Per quanto riguarda la temperatura, l’illuminazione e il materiale del terrario è sempre meglio affidarsi a un veterinario che sia esperto in animali non convenzionali.
Le tartarughe sono animali miti e longevi, con un buon olfatto e un buon senso dell’orientamento, mentre la vista e l’udito non sono altrettanto sviluppati.
Per quanto riguarda l’alimentazione, in natura la tartaruga si nutre di erbe, mentre in cattività possiamo offrirle verdura, specialmente la cicoria, il radicchio e la lattuga romana, mentre la frutta andrebbe data non più di una volta alla settimana, perché potrebbe fermentare nell’intestino.
Da evitare altri tipi di cibi, tra cui i latticini, i cereali e in genere gli avanzi della tavola.
In prossimità del letargo l’appetito diminuisce, così come nei mesi più caldi dell’anno.
In giardino è necessario fare attenzione alle possibili aggressioni da parte dei cani, dei roditori e dei rapaci.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?