Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Frutti estivi

Estate, la pesca è protagonista

di
Pubblicato il: 26-07-2021

Estate, la pesca è protagonista © istock

Sanihelp.it - Una polpa fresca e succosa, profumatissima. La pesca è sicuramente uno dei frutti più amati dal periodo estivo e anche uno dei più ricchi di virtù salutari. Ricchissima di acqua che favorisce il drenaggio e l’eliminazione delle tossine, ha proprietà toniche e ricostituenti grazie alla sua alta percentuale di vitamine, fibre e sali minerali.

In più non contiene grassi, come la maggior parte della frutta del resto, e pur essendo zuccherina apporta un numero non eccessivo di calorie: la si può quindi portare in tavola, anche se nelle giuste quantità, senza pericolo di ingrassare.

Una pesca contiene infatti dalle 35 alle 50 calorie. Un apporto calorico poco importante, visto che un etto di pesche conta circa 39 calorie. La pesca inoltre ha un basso indice glicemico, è povera di grassi ed è ricca di acqua, circa l’85% del suo peso.

Le pesche sono un’ottima fonte di vitamine; contengono in particolare la pro-vitamina A, in particolare, che svolge un’azione antiossidante, contrastando i radicali liberi, prodotti in grande quantità quando ci si espone al sole.  

La vitamina A inforza i tessuti, stimola il naturale rinnovamento delle cellule e favorisce la produzione di melanina, il pigmento che colora la pelle: portare in tavola le pesche è quindi un modo gustoso per assicurarsi una tintarella intensa e che dura a lungo.

Essendo ricche di pro-vitamina A, le pesche fanno bene anche alla vista. Inoltre contengono la luteina che aiuta a proteggere la retina dalla degenerazione maculare.

Anche la vitamina C, di cui la pesca è ricca, vanta proprietà antiossidanti e stimola la produzione collagene che conferisce elasticità e compattezza alla cute.

La vitamina C aiuta la crescita sana delle ossa, dei denti, della pelle, dei muscoli e dei vasi sanguigni del bambino. Le pesche sono preziose anche in gravidanza: l’acido folico è utile nella prevenzione i difetti del tubo neurale come la spina bifida. Il potassio fa bene ai piccoli ma anche alla futura mamma, riducendo crampi muscolari e fatica, mentre le fibre contrastano la costipazione che spesso è presente in attesa.

Con la loro ricchezza in fibre, le pesche favoriscono la regolarità intestinale e la digestione e con una blanda azione lassativa aiutano a mantenere libero l’organismo dalle scorie e dalle tossine che lo appesantiscono. Sono, inoltre, diuretiche e depurative perché svolgono naturalmente un’azione detossificante grazie al buon contenuto di acqua e fibre.

Aiutano poi a mantenere basso il colesterolo e i composti fenolici presenti sia nella buccia che nella polpa aiutano in particolare a ridurre i livelli di colesterolo cattivo, contenendo  il rischio di sviluppare malattie legate al cuore e mantenendo l’apparato cardiovascolare in salute.

Da ultimo va ricordato che la pesca fornisce all’organismo una buona quantità di sali minerali, come fosforo, potassio e calcio. Una pesca offre il 47% del fabbisogno giornaliero di potassio, minerale fondamentale per vincere la spossatezza dovuta al caldo ma anche per contrastare ritenzione e cellulite.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?