Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Beauty estate

È ancora tempo di solari

di
Pubblicato il: 17-08-2021

Vanno usati sempre, non solo ad inizio vacanza, per evitare danni alla pelle. I consigli dello specialista.


È ancora tempo di solari © istock

Sanihelp.itStare al sole senza compromettere la salute della pelle. Gli italiani ne sono sempre più consapevoli. Lo testimonia Everli, il marketplace della spesa online, che, tramite un’analisi dei propri dati volta a indagare le abitudini di acquisto degli abitanti del Bel Paese in tema di solari, ha rilevato un importante incremento nello shopping di questa tipologia di prodotti nel 2020 rispetto all’anno precedente.

Inoltre, Everli ha coinvolto il dottor Vincenzo Greco, dermatologo di MioDottore per commentare le evidenze emerse, scoprire come selezionare in autonomia i prodotti giusti tra gli scaffali e fornire 5 regole d’oro per godersi la tintarella senza preoccupazioni.

Secondo quanto rilevato da Everli, in Italia nel 2020 si è registrato un incremento a tripla cifra (+157%) nella spesa per l’acquisto online di prodotti per la protezione di pelle, labbra e capelli al sole, con giugno che ha guadagnato lo scettro di mese in cui si è raggiunto il picco più alto di spesa.

A livello nazionale, quando si tratta di mettere i solari nel carrello, il trend è chiaro: l’attenzione per i più piccoli è in cima ai pensieri dei consumatori tanto che oltre un terzo della spesa per questa categoria merceologica è dedicato ai prodotti per bambini (33,5%).

Seguono i prodotti ad alta protezione (31%) e chiudono questo speciale podio i doposole (11%) purtroppo molto distanti dalle prime posizioni e molto vicini a quelle successive, occupate rispettivamente da oli abbronzanti e miscele a basso SPF (rispettivamente 10% e il 9%), segno che c’è ancora poca attenzione al nutrimento della pelle dopo l’esposizione, almeno per quanto riguarda l’utilizzo di prodotti specifici.

«Eppure è molto importante usare regolarmente creme doposole, per mantenere la pelle idratata e contrastare la secchezza cutanea foto-indotta» spiega il dermatologo. Secondo l’esperto per scegliere il solare adeguato è bene valutare principalmente tre elementi: il fattore di protezione (SPF), i filtri presenti nel prodotto e la stabilità nel tempo (PAO).

Importante poi utilizzarlo al meglio, dal primo fino all’ultimo giorno di vacanza. Anche se la pelle è abbronzata infatti i raggi continuano a far danni e solo l’uso di un solare può evitarlo. Ecco un breve vademecum di 5 regole, stilate dall’esperto, da tenere a mente quando ci si espone al sole.

Utilizzare la quantità giusta di crema per ogni applicazione, da ripetere ogni due ore o in caso di doccia o bagno.
Evitare le ore più calde della giornata.
Fare attenzione alle giornate nuvolose e/o ventilate: il sole è comunque pericoloso anche se in queste occasioni si crede il contrario.
Non dimenticare di applicare la crema nelle zone più delicate come orecchie, ascelle, collo e decolleté.
Evitare di indossare al sole profumi, repellenti antizanzare non specifici per il sole; prestare attenzione a piante, cibi e bevande a contatto con la pelle ed evitare l’esposizione prolungata se si assumono determinati farmaci (meglio sempre consultare il bugiardino).



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?