Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Bellezza e benessere

Deodoranti, sai usarli senza errori?

di
Pubblicato il: 26-08-2021

Deodoranti, sai usarli senza errori? © istock

Sanihelp.it -  Se non ci fosse bisognerebbe inventarlo! Perché senza il deodorante tutto sarebbe più difficile, sempre e in modo particolare quando le temperature elevate fanno sudare copiosamente. Ma siete sicure di saper scegliere e usare al meglio questo fedele alleato? Ce lo spiega la dottoressa Anna Trink, specialista in dermatologia e venereologia del Laboratorio HMAP di Giuliani.

Il primo punto fermo? Nessun deodorante può sostituire una corretta igiene personale. E’ questo il consiglio base della dermatologa che spiega poi come esistono due categorie di prodotti per tenere a freno i cattivi odori: i deodoranti e gli antitraspiranti.

Entrambi sono utili contro il sudore, ma hanno un’azione differente. I deodoranti agiscono infatti contro i cattivi odori in due modi diversi: quelli coprenti grazie al contenuto di fragranze li mascherano mentre gli antimicrobici  esercitano un’azione di barriera contro la proliferazione batterica, responsabile della formazione del cattivo odore.

Gli antitraspiranti, invece, oltre a possedere anche alcune delle proprietà dei deodoranti (ad esempio la profumazione e la freschezza) contengono sostanze, come i sali di alluminio, che riducono l’attività delle ghiandole sudoripare. Sono in grado quindi di ridurre la quantità di sudore rilasciato sulla superficie della pelle per un determinato tempo a seguito dell’applicazione.

L’azione dei sali d’alluminio è proprio quella di ridurre la traspirazione; in più hanno effetti batteriostatici:  agiscono cioè sulla riduzione della proliferazione batterica e di conseguenza sul cattivo odore. Alcuni ricercatori hanno ipotizzato che l'alluminio possa essere assorbito attraverso la pelle e modificare i recettori per gli estrogeni nel tessuto mammario.

Poiché molti tumori rispondono alla concentrazione di estrogeni, alcuni studi hanno indagato se vi fosse correlazione tra l'alluminio ed il rischio di ammalarsi di alcune forme di cancro alla mammella. Non esistono studi che dimostrino una relazione tra l'uso del deodorante e il rischio di ammalarsi così come non esistono prove a carico di ingredienti comunemente usati nelle formulazioni dei deodoranti, come alluminio e parabeni. La letteratura dunque, non ha evidenziato nessi di causalità di rischio comprovato; il rischio, se di rischio si può parlare,  è dermatologico e legato alla comparsa di eventuali irritazioni cutanee.

Ma cosa scegliere tra spray e creme o roll on? Gli spray sono ritenuti più igienici perché, non venendo a contatto con la pelle,  riducono il rischio di contaminazione, soprattutto se l’uso è condiviso in famiglia, ma contengono alcool e dunque aumentano il rischio di irritazione cutanea soprattutto nelle pelli sensibili e in momenti delicati come dopo la depilazione. I prodotti in crema roll on sono più delicati, ma meno igienici ed essendo su base oleosa, possono macchiare i tessuti. 

Per chi suda molto i prodotti normalmente consigliati sono gli antritraspiranti che funzionano però in assenza di problematiche dermatologiche. Sono inutili invece quando si fa sport perché il sudore non va mai bloccato; meglio in quel caso un deodorante che basta per sentirsi freschi anche quando l’attività è intensa.

Ci sono poi situazioni specifiche ad esempio dopo la depilazione che suggeriscono di preferire formule delicate in crema. Per la pelle sensibile e allergica meglio sempre utilizzare prodotti privi di alcool e profumi che in genere sono anche addizionati con vitamina E ed aloe.

Una valida alternativa naturale al deodorante è l’allume di rocca, un cristallo con sali di alluminio e potassio ad azione antibatterica: contrasta la formazione di cattivi odori e al tempo stesso si può usare per lenire piccole irritazioni della pelle, come punture di insetto e abrasioni da rasature

Esistono poi deodoranti a base di estratti vegetali, come ad esempio rosmarino, timo e salvia che, oltre a svolgere azione antimicrobica, sono naturalmente profumati. Sono una scelta valida in modo particolare in momenti delicati come la pubertà. In menopausa invece quando le vampate possono far sudare parecchio meglio gli antitraspiranti.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?