Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Il cavaliere, la principessa e il virus invisibile

di
Pubblicato il: 27-08-2021

Il cavaliere, la principessa e il virus invisibile © iStock

Sanihelp.it - Il cavaliere, la principessa e il virus invisibile, è una fiaba scritta e illustrata da Franz Pagot, Cavaliere al merito della Repubblica italiana e direttore della fotografia del cinema. L’autore  nella sua lunghissima carriera, ha lavorato in pellicole come Full Metal Jacket di Stanley Kubrick e Robin Hood, interpretato da Kevin Costner.

Questo volume illustrato guida i bambini, con semplicità e delicatezza, attraverso le grandi domande sul virus, responsabile di così tanti danni nel mondo.

La scelta del titolo non è casuale: Il Cavaliere, la Principessa e il Virus invisibile, racchiude in sé un messaggio di grande speranza.

I bambini sanno che i cavalieri dopo mille difficoltà imprevisti e peripezie, sconfiggeranno sempre il cattivo. L’autore della fiaba tiene infatti a precisare: «C'è’ una bellissima frase di Gilbert Keith Chesterton che dice: Le fiabe non raccontano ai bambini che i draghi esistono. I bambini sanno già che i draghi esistono. Le fiabe raccontano ai bambini che i draghi possono essere uccisi - e quindi parafrasando - che il virus può essere sconfitto».

La fiaba, dunque, viene utilizzata come strumento narrativo della realtà e offre all’ascoltatore e al narratore una visione del mondo diversa da quella usuale.

«C’è un fattore molto importante - spiegaFranz Pagot - mentre raccontiamo una storia creiamo una forte complicità tra noi e l'ascoltatore, specialmente quando il narratore è il genitore, perché è anche la guida che aiuta il bambino a navigare tra le sue paure ed i suoi dubbi».

Attraverso questa storia fantastica e avvincente, nella quale si avvicendano cavalieri in armature luccicanti, castelli, re, regine e una principessa guerriera, l’autore prova a rispondere alle domande che i bambini fanno ai genitori sul virus.

«Nella realizzazione di questo libro – racconta ancora Pagot – nella quale mi sono avvalso della collaborazione di psicologi e virologi, ho cercato di rispondere prevalentemente a due problematiche. La prima era quella di spiegare ai bambini, senza inquietarli eccessivamente, come si può combattere e convivere con questo virus e, in seconda battuta, volevo aiutare i genitori perché tenere in casa un bambino piccolo è davvero molto complicato».

Il libro, adatto a bambini di età pari o superiore a 4 anni,è anche un utilissimo strumento per genitori, insegnanti, terapisti e consulenti che lavorano con i più piccoli. I proventi del libro, (acquistabile su Amazon sia in italiano sia in lingua inglese nonché scaricabile su Youtube anche nella versione video animata), sono devoluti in beneficenza all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze (sono stati già raccolti 5.000 euro).



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?