Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Adozioni

Sarah Maestri mamma adottiva single

di
Pubblicato il: 07-09-2021

L'attrice si è recentemente laureata con una tesi che racconta l'adozione internazionale che le ha permesso di diventare mamma di una bimba bielorussa.


Sarah Maestri mamma adottiva single © instagram - profilo personale

Sanihelp.it - Lo scorso giugno l’attrice Sarah Maestri, che molti ricorderanno nel film Notte prima degli esami, si è laureata con una tesi ben precisa: L’adozione nei casi particolari. Analisi dell’articolo 44 della legge 184 del 1983. Il caso di adozione di una mamma single italiana e una minore bielorussa. La mamma single italiana in questione è proprio lei e la minore bielorussa è Alesia Maestri, sua figlia.

Tutto è cominciato nel 2012, quando l’attrice decide di ospitare per tre mesi una bambina proveniente dalla Bielorussa, nell’ambito del progetto che, in seguito al disastro nucleare di Chernobyl, porta in Italia per qualche mese di svago bambini e ragazzi. «Ricordo perfettamente il giorno in cui la incontrai, nel 2012. È stato a Fiumicino. Quando la vidi aveva 8 anni e cominciarono a tremarmi le gambe» ha raccontato al Corriere della Sera.

Ci fu subito forte sintonia, tanto che Sarah decise di andare in Bielorussia per vedere dove viveva, poi seguirono telefonate frequenti e la proposta di accoglierla di nuovo per Natale. «Alesia negli anni mi chiese più volte di essere adottata, ma a causa della mia condizione di single ritenevo impossibile poterlo fare. Fu grazie a un’altra donna conosciuta durante un viaggio in Bielorussia che scoprii l’adozione in casi particolari».

Ecco allora che nel 2014 l’artista depositò la dichiarazione di disponibilità al tribunale per i minorenni di Milano e fece l’analisi dei capelli al Sert per verificare l’assenza di dipendenze, così a giugno 2015, fu emesso il decreto di idoneità.  Ma non era finita: anche se Alesia era all’epoca in Italia, dovette rientrare in patria in attesa del benestare delle autorità del Paese, benestare che arrivò solo tre anni dopo. Nell’attesa fu l’aspirante madre a trasferirsi in Bielorussia, dove il 24 agosto 2018 sono diventate ufficialmente mamma e figlia.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?