Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dal corpo alla mente

Mindfulness Day, farsi belli rigenera la mente

di
Pubblicato il: 09-09-2021

Mindfulness Day, farsi belli rigenera la mente © istock

Sanihelp.it -Tra le ragioni che spingono gli italiani a investire tempo e denaro nella cura del proprio aspetto, per ben 1 persona su 5 quella principale è la possibilità di concedersi un momento antistress esclusivamente per sé.

Lo rilevano Treatwell e Uala, leader in Europa nella prenotazione online di servizi beauty e wellness, che in occasione del Mindfulness Day che si celebra il 12 settembre, hanno chiesto ai propri esperti di raccontare tre trattamenti rilassanti per meditare mentre ci si fa belli.

Tra le soluzioni antistress più antiche e a costo praticamente zero ci sono i disegni mandala. Si tratta di una forma d’arte estremamente rilassante che raggiunge anche il mondo dell’estetica. Nello specifico arriva sulle unghie: si tratta di una decorazione, secondo Sara Dallatorre, titolare del centro Sun Club Firenze, molto gipsy e al contempo sofisticata.

Con mano ferma e precisa, che sappia lavorare con pennelli dalla punta ultra sottile, si può infatti realizzare un disegno rilassante direttamente sulle proprie unghie. Una volta rimosse le cuticole, scelta la forma dell’unghia è sufficiente applicare la base monocolore o in stile Baby Boomer, sulla quale dare spazio alla propria fantasia.

Per evitare le sbavature, le linee geometriche continue che compongono il mandala dovranno essere scomposte in brevi tratti di smalto di volta in volta applicati sull’unghia e fatti asciugare nella lampada apposita. Malgrado venga meno la funzione relax, per gli amanti delle unghie effetto gitana ma senza una spiccata vena artistica, esistono degli sticker mandala, ovvero dei trasferibili da applicare con un solvente apposito e da far aderire bene su tutto il letto ungueale.

Oltre a mani esperte in grado di stimolare la circolazione e sciogliere tensioni muscolari, la ricetta del massaggio perfetto prevede anche una buona dose di predisposizione all’ascolto di sé. È quanto suggerisce Alice Bonaiti, titolare di Akasha Studio nel quale vengono proposti trattamenti ispirati alla mindfulness e incentrati su una respirazione lenta e ripetitiva.

Il respiro profondo consente infatti alla mente di distaccarsi dalla frenesia quotidiana e di concentrarsi sul qui e ora dell’esperienza di relax in corso. Tra i massaggi che meglio riescono a realizzare la connessione mente-corpo, i più indicati sono il linfodrenante, il californiano e lo shiatsu, i quali, attraverso pressioni più o meno leggere ma sempre molto ripetitive, creano una sorta di mantra che conduce a uno stato di ipnosi, ideale, tra l’altro, per intraprendere l’attività meditativa.

Ma come praticare questo esercizio antistress anche a casa? Innanzitutto, ritagliandosi almeno 20 minuti da dedicare solo a se stessi, in un ambiente silenzioso e fresco, in cui creare con delle candele una luce soffusa e piacevole. Per intraprendere l’auto-massaggio è necessario che il corpo sia sdraiato e che la respirazione sia profonda e ritmata.

Poi, con i polpastrelli di entrambe le mani e partendo dal centro della cute, si effettuano  leggere pressioni circolari che spingono la pelle verso l’esterno smuovendo i tessuti sottocutanei. Con lo stesso meccanismo il circuito può proseguire toccando nell’ordine tempie, sopracciglia, guance, mento, mandibola, collo e spalle.

Un velo di mascara, una passata di rossetto e la giornata svolta. Effetto ottico o magia nera? Secondo Marilena Palermo, esperta makeup artist e oggi titolare del salone Switch Beauty Concept, la stregoneria non c’entra, bensì si tratta di una delle tante manifestazioni del potere terapeutico del trucco.

Da qui lo sviluppo della makeupfulness, la pratica che abbina il maquillage alla meditazione, ovvero la scelta e l’applicazione dei cosmetici alla respirazione lenta e alla riflessione interiore. Per rendere il trucco una coccola antistress, occorre anzitutto partire da una skincare molto profonda, in grado di coinvolgere quanto più possibile tutti i sensi. Sì, quindi, a creme e sieri dalla texture piacevole al tatto, con profumazioni ben presenti da stendere con vigorosi massaggi al viso.

Sebbene sia importante lasciarsi trasportare dall’energia del momento, l’abbinamento del trucco al look finale rimane una bussola fondamentale per orientarsi durante la makeupfulness. Per bilanciare un outfit particolarmente colorato, basta infatti applicare una semplice ma elegantissima linea di eyeliner, un esercizio di precisione ed equilibrio che ben si incastra con l’attività meditativa. Al contrario, con un abito sobrio ed essenziale, avere le labbra tinte di colori accesi illumina la figura e il suo orizzonte.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?