Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Sport e fitness

Automassaggio per alleviare il dolore cronico

di
Pubblicato il: 14-09-2021

Le tecniche di automassaggio sono sempre più diffuse


Automassaggio per alleviare il dolore cronico © iStock

Sanihelp.it - La guarigione passa attraverso atti di cura quotidiani, dalla buona igiene del sonno all'esercizio fisico fino all’alimentazione. 
Consideriamo l'automassaggio per alleviare il dolore cronico, che presenta il vantaggio di non costare nulla e di potervi dedicare un quarto d’ora quando possibile durante la giornata.
Alcuni medici e fisioterapisti si stanno concentrando sul trattamento del dolore trattando i punti trigger, punti sensibili che si formano all'interno della fascia.
Solitamente dolorosi alla palpazione, i punti trigger provocano l'irrigidimento e lo sforzo dei muscoli e possono causare dolore riferito in tutto il corpo. Questo dolore causato dai punti trigger è ora riconosciuto come un disturbo a sé stante: la sindrome del dolore miofasciale.
Per fascia si intende lo strato di tessuto connettivo che circonda muscoli, ossa e articolazioni, dando sostegno e protezione al corpo.
È stato ipotizzato che i punti trigger possano portare a crampi, strappi muscolari e tendinei.
Nell'automassaggio, si agisce sul rilascio di questi punti trigger, applicando una pressione diretta o indiretta. Se eseguite in modo corretto, le tecniche di rilascio miofasciale possono alleviare il dolore muscolare nel tempo.
Servirà uno strumento per aiutare, in quanto le mani non possono raggiungere ogni parte del corpo. Un rullo di schiuma può fare al caso nostro, facilmente reperibile nei negozi di ortopedia o nei negozi per sportivi, e non molto costoso.
In cosa consistono questi esercizi di automassaggio fasciale? Vediamo qualche esempio.
Automassaggio miofasciale dei muscoli posteriori della coscia:
Mettere i muscoli posteriori della coscia sul rullo di schiuma, le mani a terra per sostenere il busto. Rotolare dal ginocchio verso l'anca posteriore. Se si localizza un punto dolente, sospendere il rotolamento e stazionare sul punto dolente fino a che il dolore diminuisce.
Automassaggio miofasciale della parte superiore della schiena:
Mettere le mani dietro la testa o avvolgere le braccia intorno al petto, per spostare le scapole più esternamente possibile sulla parete toracica. Sollevare i fianchi da terra, rotolare l'area centrale della schiena sul rullo di schiuma. Come prima, se si trova un punto dolente, sospendere il rotolamento e concentrarsi sul punto dolente fino a che il dolore diminuisce.
Iniziare con pochi minuti al giorno e aumentare gradualmente, in quanto troppo automassaggio può peggiorare il dolore.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?