Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute degli occhi

La vista soffre per la luce blu

di
Pubblicato il: 28-09-2021

La vista soffre per la luce blu © istock

Sanihelp.it - L’estate è un ricordo ormai lontano. Eppure la cosiddetta Post Vacation Syndrome, come la definiscono i ricercatori, la sindrome che colpisce in media una persona su dieci al rientro dalle vacanze, si fa ancora sentire. I sintomi sono irritabilità, mal di testa, cali dell’attenzione e addirittura problemi digestivi. A questi vanno poi aggiunti tutti quelli legati agli effetti negativi della luce blu e che interessano in modo particolare la vista.

 Trascorrere molte ore lavorando al computer espone gli occhi a un grosso quantitativo di luce blu artificiale che potrebbe causare disturbi del sonno e, a lungo andare, persino infiammazioni della congiuntiva e della cornea, oltre che danni al cristallino e alla retina, come cataratte e degenerazioni maculari. Da sempre attenta al benessere visivo e alle esigenze delle persone, Zeiss Vision Care suggerisce alcuni accorgimenti da adottare quotidianamente per ridurre le problematiche legate all’esposizione degli occhi a questo tipo di luce.

Una buona notte di sonno, l’utilizzo di impacchi refrigeranti e la ginnastica oculare sono sicuramente degli ottimi alleati preventivi per affrontare il rientro in ufficio senza stress. Anche le piccole pause visive dal pc in ufficio possono rivelarsi un ottimo sistema per preservare la salute degli occhi e farli riposare. Basta tenere a mente la regola del 20-20-20, ossia osservare per 20 secondi un oggetto a distanza di 20 metri ogni 20 minuti. 

Altresì uno stile di vita sano, le giuste attenzioni e trascorrere regolarmente tempo all’aria aperta sono indispensabili per contribuire anche alla salute degli occhi. Infine un consiglio per la pausa pranzo a lavoro: meglio ricordare sempre che mantenere un’alimentazione equilibrata e bilanciata, con il giusto apporto di calcio, vitamine e minerali, evita l’insorgere e il progredire di problematiche oculari.

«Quando si passa tanto tempo davanti al computer, è importante stare attenti ad eventuali fastidi, come la secchezza oculare, che può essere contrastata idratando gli occhi adeguatamente con acido ialuronico per aiutare a ridurre il tipico disturbo che si manifesta e che è simile alla sensazione di avere un corpo estraneo, ma che a volte arriva fino a far avvertire bruciore e lacrimazione» afferma il dottor Franco Spedale, Direttore dell’Unità Operativa a funzione Dipartimentale dell’Oculistica dell’Ospedale di Chiari ASST Franciacorta.

«Inoltre, poiché durante la notte si possono verificare delle leggere alterazioni infiammatorie, è raccomandato effettuare un’accurata pulizia palpebrale al mattino e iniziare la giornata con occhi ben puliti e idratati» precisa l’esperto. «Infine, per affrontare una lunga giornata davanti allo schermo, bisogna ricordare che un buon occhiale in grado di filtrare la luce blu può garantire la riduzione dei disturbi visivi, rilassando la visione al computer» conclude Spedale.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?