Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Routine beauty

Hai mai provato un'essence?

di
Pubblicato il: 05-10-2021

Non si tratta di un tonico e neppure di una lozione, ma di una formula unica nel suo genere, in arrivo direttamente dalla Corea.


Hai mai provato un'essence? © istock

Sanihelp.it - A ben vedere il loro nome completo è »watery essence», ma per semplicità le si chiama essence. Hanno una consistenza peso-piuma, fresca, leggerissima, ma al tempo stesso ricca di attivi ed è proprio per questo che piacciono sempre più. In arrivo diretto dalla cosmetica coreana di cui sono uno step essenziale, le essence conoscono un successo in costante crescita.

«Nelle essence è racchiuso il mantra della cosmetica coreana in tema di cura della pelle: prevenire è meglio che curare» spiega Alessandra Frontini, esperta di skincare coreana e fondatrice dell'e-shop Mybeautyroutine.

«Nella routine di cura coreana le essence rappresentano il quinto step dopo pulizia e tonificazione» spiega Frontini. «Mentre il tonico infatti rifinisce la pulizia, infatti, con le essence si entra proprio nel vivo del trattamento: hanno una formula costituita da una sinergia di principi attivi, estratti naturali e fermentati che offrono alla pelle idratazione, leniscono, illuminano, stimolano il rinnovamento cellulare».

«L’essence è in grado di potenziare le difese con un effetto barriera, ha un’azione antiage, aiuta le pelli impure e oleose restringendo i pori, rinfresca e riconforta in ogni momento della giornata quelle sensibili e facili ai rossori» spiega l’esperta.

«Alcuni tipi di pelle, soprattutto quelle miste e grasse che non amano applicare troppi prodotti, possono usarle in sostituzione del tonico: hanno un pH mediamente acido e sono ricche di tutti quegli attivi benefici senza risultare pesanti» commenta Frontini.

Ma come si usano? «Leggere ma al tempo stesso con un’alta concentrazione di principi attivi, le essence penetrano facilmente lasciando la pelle compatta e luminosa: basta picchiettarle gentilmente sul viso dopo la detersione e massaggiarle un attimo con il palmo delle mani continuando poi con l’applicazione di siero e crema» spiega Frontini.

«Nel caso di una pelle mista e grassa oppure in estate quando si preferisce una skincare più veloce e leggera, l’essence può anche sostituire il siero, soprattutto nella routine del mattino: si usano dopo la pulizia e si passa poi alla crema».

Ma ci sono anche altri utilizzi. «In versione spray, l’essence si può usare durante il giorno, riapplicandola in qualsiasi momento, anche sopra il trucco, per offrire al viso un extra di idratazione che rivitalizza la cute, rinfresca e regala immediato benessere» conclude Frontini.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?