Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Alimentazione e integrazione per gli ormoni e la mente

di
Pubblicato il: 12-10-2021

Alimentazione e integrazione per gli ormoni e la mente © Edizioni Lswr

Sanihelp.itAlimentazione e integrazione per gli ormoni e la mente (Edizioni Lswr) è l’ultimo libro di Massimo Spattini, da poco in libreria.

Il libro si sviluppa intorno a un concetto importante, forse non debitamente tenuto in considerazione nella quotidianità.

Le performance della mente così importanti per lavorare al meglio, dipendono molto dell’alimentazione, nel breve e nel lungo termine.

Se si adottano stili di vita scorretti, a causa di una alimentazione sbagliata, per delle carenze di micronutrienti o in seguito all’invecchiamento, i  livelli ormonali e dei neurotrasmettitori che regolano le prestazioni fisiche e mentali, si possono alterare e a risentirne, è la qualità della vita sia a livello fisico sia mentale.

In questo mondo iperconnesso, dai ritmi incalzanti, però, mantenere alta la concentrazione è sempre più importante. 

Come fare, quindi, per tutelare la salute e le performance, anche mentali?

«Con uno sano e corretto stile di vita innanzitutto - spiega il dott. Massimo Spattini, ma oggi si pensa più a curare le malattie con i farmaci, che a prevenirle con un lifestyle appropriato. Non è un caso che Ippocrate scrisse più di 2400 anni fa che il cibo dovrebbe essere la nostra medicina, e la medicina il nostro cibo. Ma lo abbiamo dimenticato».

Qualche esempio?

Nel libro ne sono presenti numerosi.

«Mangiare esclusivamente carboidrati non è di certo l’ideale né prima di un allenamento, né prima di un appuntamento galante perché, a causa di alcuni aminoacidi, i neurotrasmettitori faranno sì che si avverta una certa sonnolenza - spiega il dott. Spattini. - È meglio mangiare delle sostanze proteiche, magari quelle che hanno una ratio tirosina/triptofano sbilanciata a favore del primo aminoacido».

«Una carenza vitaminica potrebbe avere effetti non trascurabili sul nostro funzionamento cerebrale: una carenza di vitamine del gruppo B incide negativamente sulle nostre performances- ricorda il dott. Spattini - Un ultimo consiglio: dato che elevati livelli di ossidazione a lungo andare portano (anche) ad una neuro-infiammazione, sarà una valida strategia assumere qualche antiossidante, come, ad esempio, una semplice compressa di acetilcisteina,la quale aiuterà il nostro corpo a rigenerare il glutatione endogeno».

Vai la link su Amazon: Alimentazione e integrazione per gli ormoni e la mente



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?