Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Dieta > News

Salmonellosi e prodotti importati a base di sesamo

di
Pubblicato il: 22-10-2021

Salmonellosi e prodotti importati a base di sesamo © istock

Sanihelp.it - Una nota dell’Efsa, Agenzia europea per la sicurezza Alimentare, ha sottolineato come a partire dal gennaio 2019 in Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia circa 121 persone siano state interessati da salmonellosi.

L’infezione sembra essere legata al consumo di prodotti a base di sesamo importati dalla Siria.

I prodotti alimentari erano sigillati e pronti al consumo il che suggerisce che la contaminazione sia avvenuta prima del loro arrivo sul mercato europeo.

Nonostante le misure di controllo partite nell'agosto 2020 alcuni casi sono stati segnalati ancora nel settembre 2021, e sussiste tuttora il rischio di nuove infezioni da Salmonella legate a questi prodotti. probabilmente perché i prodotti erano a lunga scadenza e sono stati conservati in case private.

L’ EFSA tiene a precisare che la Salmonella è dovuta  a un gruppo di batteri nocivi che si trovano comunemente nell’intestino di uccelli e mammiferi sani.

Nell’uomo, i batteri della Salmonella possono causare un’infezione chiamata Salmonellosi (una zoonosi): significa che può essere trasmessa da animali a umani.

I sintomi tipici della salmonella sono  febbre, crampi addominali, diarrea, nausea e talvolta vomito.  I sintomi dell’intossicazione da Salmonella si presentano generalmente da 6 a 72 ore dopo la contaminazione e durano da 2 a 7 giorni.

Il RASFF (Rapid Alert System for Food and Feed) è un sistema gestito dalla Commissione europea per condividere informazioni su notifiche, richiami e allarmi sui prodotti alimentari presenti sul mercato europeo: secondo questo database i prodotti alimentari di origine vegetale subiscono spesso dei richiami perché contaminati da Salmonella.

I prodotti alimentari di origine vegetale  possonoessere naturalmente contaminati da Salmonella o Escherichia coli poiché i batteri nocivi possono nascondersi nel terreno contaminato o nell’acqua contaminata.

La contaminazione da salmonella sui semi attraverso il trattamento termico, secondo un processo convalidato.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?