Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

La paura del matrimonio nella coppia

Gamofobia, alias la paura di sposarsi

di
Pubblicato il: 26-10-2021

La gamofobia si traduce in una paura irrazionale dell'impegno, specialmente nei confronti del matrimonio. Scopri di cosa si tratta.


Gamofobia, alias la paura di sposarsi © istock

Sanihelp.it - Il matrimonio rappresenta un impegno quotidiano: tutto cambia dal momento in cui si pronuncia il fatidico «sì, lo voglio». Eppure alcuni vedono questa decisione e le responsabilità che ne scaturiscono, come troppo importanti.

Lo dimostrano i numeri, dal momento che ci si sposa di meno e sempre più tardi (anche se sono aumentate le unioni di fatto). Molteplici sono le ragioni di questo declino dei matrimoni: la crisi, certo, il fatto che il matrimonio sia un evento costoso, ma anche una riluttanza che si amplifica nei confronti dell'impegno per la vita.

Cos'è la gamofobia?

La gamofobia è definita come una paura incontrollabile e irrazionale del matrimonio. Questa paura può influenzare la coppia. È stato osservato che, tradizionalmente, gli uomini erano più inclini alla gamofobia, in particolare perché una maggiore tolleranza sociale faceva sperare in più legami sentimentali. Tuttavia, la paura di sposarsi non riguarda solo gli uomini, ma anche le donne, che temono, soposandosi, di essere relegate alla gestione della casa e alla cura della famiglia.

Le ragioni della gamofobia

Spesso, dietro alla paura del matrimonio si nasconde la paura del fallimento. Una paura che può avere origine nell'infanzia o nell'adolescenza, ad esempio se la persona ha assistito a frequenti litigi tra genitori, sopratutto se la coppia genitoriale era in una situazione di disuguaglianza, vissuta dai figli come indegna e ingiusta. I bambini hanno quindi paura di ripetere questo schema nella propria coppia.

Come superare la paura del matrimonio

Se pensi di soffrire di questa paura, non esitare a parlare con persone sposate Per rassicurarti, puoi anche fissare qualche incontro con uno psicologo. Sii attento ai tuoi desideri, alle tue aspirazioni. Metti in prospettiva la tua visione della vita e quella del tuo partner e ricorda che tutti abbiamo i nostri punti di forza e di debolezza, e non esiste la relazione perfetta. Pensa attentamente a come vuoi che vada il tuo matrimonio e chiariscilo con il tuo partner.

Le tre principali cause di litigio sono infedeltà, denaro e figli: parlarne con il proprio partner prima di impegnarsi è una buona soluzione per evitare discussioni future. È importante comunicare sui punti sensibili, quelli che per noi sono importanti. Dobbiamo imparare ad analizzare le fonti della paura, per poterla affrontare e, se possibile, porvi rimedio. Essere consapevoli del problema è fondamentale, anche perché cercare di evitarlo non impedisce alla paura di insinuarsi.

In casi come questo, la comunicazione all'interno della coppia dovrebbe essere sincera e diretta, per evitare che le emozioni inespresse la travolgano. 



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?