Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cambio dell'ora, così lo affronti al meglio

di
Pubblicato il: 27-10-2021

Cambio dell'ora, così lo affronti al meglio © istock

Sanihelp.it - Il 31 ottobre le lancette dell’orologio si spostano per tornare all’ora solare. Un passaggio non del tutto semplice che corpo e mente affrontano sempre con qualche disagio.

Il cambio dell'ora segna infatti una modificazione nei ritmi circadiani che influenzare il benessee sia fisico che mentale: si perdono forze, l’energia manca, il sonno si fa agitato, la concentrazione vacilla e l’umore diventa altalenante. Come spiegano infatti gli esperti di Guidapsicologi.it, i cambiamenti climatici e ambientali influenzano la nostra area emotiva e motivazionale, sopratutto nel caso dei bambini e degli anziani.

Attenzione comunque che piccoli cambiamenti a livello emotivo sono del tutto normali e fanno parte del processo di adattamento di cui il nostro cervello ha bisogno nei momenti di passaggio. Nessun allarme quindi; basta poco comunque perchè il passaggio sia il più possibile sereno. Questi i consigli degli esperti.

Cambia la routine della buonanotte tre giorni prima del cambio dell'ora. Può essere una buona idea può essere andare a dormire mezz'ora prima per lanciare al corpo e alla mente il segnale che qualcosa sta cambiando.

Sfrutta ogni momento di sole. Una minore esposizione alla luce solare porta a una riduzione dei livelli di vitamina D che a sua volta si collega a disturbi dell'umore. I momenti della giornata in cui c'è il sole anno sfruttati al massimo per favorire l’assorbimento di questa vitamina così importante per il benessere.

Fai attività fisica con regolarità. Il movimento favorisce il rilascio di endorfine, legate al piacere e al benessere. Se già fai sport, continua oppure cogli l’occasione per cominciare magari con una semplice passeggiata..

Cerca di mantenere una vita sociale. La mancanza di luce solare non deve impedirti di fare quelle attività sociali che piacciono e aiutano l’umore: continua a incontrare gli amici, a fare una passeggiata, ad andare al cinema e così via.

Chiedi aiuto a un professionista, se serve. Dopo una o due settimane, e malgrado gli sforzi che hai messo in atto, continui a percepire qualche difficoltà? Uno psicologo può esserti d’aiuto per superare al meglio questa situazione.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?