Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Rimedi alternativi

Meditazione per il sonno, cos'è e come funziona

di
Pubblicato il: 09-11-2021

Come recuperare le energie grazie ad una semplice pratica, accessibile a tutti e priva di effetti collaterali


Meditazione per il sonno, cos'è e come funziona © istock

Sanihelp.it - Dormire bene fa parte della routine grazie alla quale avere una buona qualità della vita.

Eppure, il sonno è spesso uno degli aspetti della vita che risente di più dello stress e di altri problemi.

Esistono diversi metodi per dormire meglio, ma spesso possono avere effetti collaterali. Questo non si verifica per la meditazione per il sonno, una pratica che tutti possono inserire nella propria giornata e che aiuterà a ridurre lo stress e a migliorare la qualità del sonno notturno.

Che cos'è la meditazione per il sonno?

Con questa espressione si vuole fare riferimento ad alcune tecniche meditative e di respirazione che aiutano a rilassare il corpo e a prendere sonno facilmente.

Sono tecniche semplici, ma che possono essere realmente efficaci se praticate per un certo periodo di tempo.

Come eseguire la meditazione per il sonno?

Come prima cosa, bisognerà definire un tempo e un luogo per realizzare tale meditazione.

In genere ci si appoccerà alla meditazione per il sonno nell'ora precedente al riposo, per poi riprenderla una volta a letto.

Si troverà una posizione comoda, distesa o seduta, e si chiuderanno gli occhi. Come prima cosa, ci si concentrerà sul respiro, dividendolo in quattro momenti: inspiro, piccola apnea, espiro, piccola apnea.

Sarebbe meglio inspirare ed espirare sempre dal naso.

Dopo qualche ciclo di respirazione, si passerà al corpo.

Si effettuerà una specie di scan per controllare che le diverse parti del corpo siano rilassate e si stiano rilassando: si partirà dai piedi per arrivare fino al capo.

Ci si potrà far guidare da una voce esterna, come accade per i file audio o le app, oppure si potrà fare tutto da soli. All'inizio sarà più semplice certamente seguire una meditazione guidata.

Infine, si riprenderà la parte dedicata al rilassamento del corpo una volta a letto. Si rilasserà il respiro e si lascerà andare il corpo.

Pian piano, grazie a questa routine, sarà possibile addormentarsi in pochi minuti e avere un sonno ristoratore.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?