Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Salute e animali

Il nostro pet non è tranquillo? Possiamo aiutarlo

di
Pubblicato il: 02-11-2021

Non c'è sempre bisogno di farmaci, ci sono diversi prodotti naturali che possono aiutare il cane o il gatto a rilassarsi


Il nostro pet non è tranquillo? Possiamo aiutarlo © istock

Sanihelp.it - Ci sono diverse situazioni nelle quali il nostro cane o gatto non si sente a proprio agio: un cambio di casa, un viaggio, la visita dal veterinario, i botti di Capodanno, l’ingresso di un nuovo animale (o di un neonato umano) in famiglia, e altro ancora. In questi casi si può ricorrere a un prodotto naturale, ma quale scegliere? Il consiglio del veterinario è fondamentale per orientarsi fra i molti in commercio. 
Esistono collari e spray che rilasciano feromoni del gatto come quelli prodotti da mamma gatta, che hanno la funzione di tranquillizzare i gattini, aiutandoli a superare i conflitti e a stimolare il contatto sociale. Si tratta di un tipo di comunicazione olfattiva, che le persone non sono in grado di sentire in alcun modo.
Lo stesso vale per il cane: quando si spruzzano feromoni o quando indossa un collare a base di feromoni, l’ambiente circostante gli sembrerà più sicuro e sereno.
Si trovano inoltre in commercio integratori in compresse a base di derivati delle proteine del latte da utilizzare come supporto per le situazioni di stress e in generale per affrontare i cambiamenti nella routine quotidiana.
Un altro componente con azione rilassante è la L-teanina, che attenua le reazioni allo stress e alla paura, associate o no a cambiamenti dell’ambiente in cui vive l’animale (paura della gente, paura degli altri animali, paura fuori casa, cambiamenti nella casa in cui vive, fuochi d’artificio), e consente di aumentare la concentrazione nell’apprendimento. 
Infine, adatta a cane e gatto, una pasta contenente L-triptofano e taurina può aiutare a mantenere il tono dell’umore. 
Nessuno di questi prodotti causa sonnolenza.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?