Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne

Per la Clerici la menopausa «è una gran rottura di scatole»

di
Pubblicato il: 16-11-2021

Prima le vampate, poi il cambiamento del corpo hanno destabilizzato la conduttrice, che si è concentrata su alimentazione e sport per affrontare gli inconvenienti di questa fase.


Per la Clerici la menopausa «è una gran rottura di scatole» © Instagram

Sanihelp.it - «Era ottobre 2017 e all’improvviso il ciclo mestruale si è interrotto. Mi sono detta, all’inizio, che figata, non ho più la scocciatura delle mestruazioni, niente più mal di pancia, antidolorifici…. E invece avrei preferito avere quelle scocciature il più a lungo possibile. Perché diciamolo: la menopausa è una grande rottura di scatole». Parole di Antonella Clerici che, in una intervista rilasciata al magazine Ok salute e benessere ha rivelato il modo in cui ha affrontato questo delicato momento della vita femminile.

Tra gli effetti indesiderati della menopausa la conduttrice ha ricordato innanzitutto le vampate, che ha cercato di affrontare con autoironia, mentre ha definito destabilizzante il cambiamento del corpo che si è trovata a vivere: «Improvvisamente ero diventata spessa; non grassa, spessa. La pelle era diversa e non era una questione di peso o ritenzione idrica: ero proprio grossa. I vestiti non mi entravano e le costumiste erano costrette a cercare ogni giorno l’abito più giusto per me. Non è stato semplice fare i conti con questa nuova fisicità, soggetta per di più al giudizio di milioni di persone» ha ammesso.

Non si è lasciata abbattere e ha tentato la strada della terapia ormonale sostitutiva prima e della fitoterapia dopo, ma in entrambi i casi si è trovata a fare i conti con effetti collaterali: dolori addominali, nausea, mal di testa, malessere generale e aumento di peso nel primo caso e problematiche all’endometrio nel secondo. Ha quindi chiesto aiuto alla sua nutrizionista di fiducia, Evelina Flachi, che l’ha aiutata a riorganizzare la propria routine alimentare, anche per contrastare l’ipercolesterolemia che la menopausa ha portato con sé.

«I risultati più soddisfacenti, però, li ho raggiunti aggiungendo alla dieta l’allenamento aerobico. Mi sono resa conto che la corsa o la passeggiata veloce sono le attività che più si sposano con la mia fisicità, che per snellirsi ha necessità di movimento costante. Per tale motivo mi impegno nel trovare un’ora, almeno tre volte alla settimana, da dedicare allo sport. Quando mi capita di non riuscirci sto male perché mi sento subito appesantita e poco energica» ha spiegato. «Ogni giorno prendo, inoltre, una bustina da sciogliere nell’acqua che contiene tutte le vitamine e i sali minerali di cui ho bisogno. In questo modo, e senza l’assunzione di ormoni o medicine (salvo quella per il colesterolo), sono riuscita a perdere i chili in eccesso e a controllare gli effetti della menopausa».



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?