Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Maternità

Clizia Incorvaia si fa paladina delle mamme over 40

di
Pubblicato il: 16-11-2021

L'influencer, che da poco ha soffiato sulle 41 candeline, è in attesa del secondo figlio. E incoraggia le donne che desiderano un bebè a non fermarsi al dato anagrafico.


Clizia Incorvaia si fa paladina delle mamme over 40 © Instagram

Sanihelp.it - «Non è stato facile mantenere solo per proteggere il segreto più bello. Sono così felice, desideravo tanto dar un fratellino o sorellina a Nina, aver un nostro baby per suggellare il nostro amore grande … avevo smesso di credere e oggi credo di nuovo grazie a te che sei l’uomo dei mie sogni» comincia così il post su Instagram con cui Clizia Incorvaia ha annunciato di aspettare un figlio dal compagno Paolo Ciavarro, di cui si è innamorata durante il Grande Fratello VIP cui hanno partecipato entrambi.

L’influencer, già mamma di Nina, avuta dal matrimonio con Francesco Sarcina, il frontman delle Vibrazioni, non si è fermata alla lieta novella, ma ha colto l’occasione per togliersi un sassolino dalla scarpa e, al contempo, lanciare un messaggio a tante sue followers non più giovanissime ma con il vivo desiderio di avere un figlio: «Chi reputa puerile e melenso ciò passi avanti. E chi invece è pronto ad ascoltare, non smetta mai di sognare e non si faccia mai dire da nessun medico maschilista che é grande, mia nonna Francesca ha dato alla luce la seconda figlia a 42 anni. Non fatevi classificare da nessuno come vasetti di yogurt che prima o poi scadranno, credete nella vostra genetica e positività quella non ha età e batte tutto e tutti. E poi oggi vedo tante celebrity e non che hanno il primo figlio a 36, 38, 40 anni. C’è ancora molto da fare, in una società filtrata dalle stesse donne con gli occhi dell’uomo».

Clizia, insomma, si erge a paladina di quante entrano nei fatidici anta con il desiderio di maternità non pienamente soddisfatto. Del resto si poteva intuire che l’età per lei fosse solo un numero, considerato che a lungo ha taciuto o, se così possiamo dire, bleffato sulle proprie reali primavere, rivelandole solo alla soglia dei 40 anni (anche se sulla torta di compleanno per i 41 troneggiava un simpatico 18).

Le parole di Clizia sono incoraggianti e positive ma la realtà non è tutta rosa e fiori. Se è vero che le gravidanze dopo i 40 sono sempre più diffuse – a volte per scelta, ma spesso per necessità (per motivi professionali, economici o perché non si è ancora trovato il partner giusto) - e quindi sono possibili, non si può negare che superata questa soglia l’orologio biologico cambi ritmo. Lo spiegano bene anche gli esperti dell’Istituto Superiore di Sanità sul portale ISSalute: dopo i 35 anni la capacità riproduttiva femminile declina irrimediabilmente e passati i 42 anni, essa risulta estremamente ridotta.  Anche per i trattamenti di Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) l’età della donna rappresenta il fattore che più riduce la possibilità di avere un bambino. Va inoltre ricordato che con l’avanzare dell’età materna aumentano anche i rischi di complicanze per la gestante e per il nascituro.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?