Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Cure alternative

Resveratrolo, l'elisir per proteggere cuore e cervello

di
Pubblicato il: 23-11-2021

Una sostanza presente in molti vegetali, che può aiutare contro l'invecchiamento e a combattere diverse infezioni


Resveratrolo, l'elisir per proteggere cuore e cervello © istock

Sanihelp.it - Una molecola vegetale che può aiutare moltissimo gli organi più importanti del nostro corpo.

Si tratta del resveratrolo, una sostanza che si trova all’interno di diversi vegetali, tra i quali il principale è costituito dall’uva.

Per riuscire a notare gli effetti positivi reali di questa sostanza sarà fondamentale assumerla in concentrazioni più affidabili, ed è per questo che un erborista potrà consigliarvi, sempre sentendo prima il vostro medico, le formulazioni migliori.

Ma vediamo quali sono le funzioni e gli utilizzi principali di questo estratto.

Il resveratrolo, infatti, ha fondamentali funzioni protettive, in modo particolare contro infezioni ma anche contro quelli che sono i processi di invecchiamento per alcuni organi, come cuore e cervello.

Il resveratrolo, quindi, consente di combattere diverse infiammazioni, di rallentare i processi di invecchiamento e di aumentare le difese immunitarie in generale.

Molti studi hanno mostrato come l’assunzione di questa sostanza consenta di ridurre la pressione sanguigna, di diminuire i livelli di colesterolo LDL e di aumentare quelli di colesterolo HDL.

Si comprende, quindi, la funzione di protezione e prevenzione rispetto al cuore e al cervello di questa sostanza.

Inoltre, come sostanza antiossidante, il resveratrolo aiuta anche a limitare l’invecchiamento in generale, e in tanti casi è stato impiegato anche per rallentare l’incanutimento e limitare la crescita dei capelli bianchi.

Infine, si può impiegare anche per limitare gli effetti dei cambiamenti ormonali che si verificano nella menopausa.

 Esistono molte fonti nelle quali trovare questa sostanza, dall’uva, ai suoi derivati (succo d’uva e vino), fino ad altri alimenti, come le arachidi, le more di gelso, i frutti rossi e il cacao.

Tuttavia, come già indicato, per avere a disposizione una fonte affidabile di resveratrolo sarà più indicato utilizzare integratori ed estratti, che vi consentiranno di sapere anche quanti milligrammi di resveratrolo starete assumendo.

Per quanto riguarda, invece, gli effetti collaterali, questa sostanza non ne evidenza, ma è sconsigliata in gravidanza e allattamento.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?