Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

#CreateforSleep

di
Pubblicato il: 22-11-2021

#CreateforSleep © AIN

Sanihelp.it - La narcolessia è una patologia neurologica caratterizzata da un’incapacità del cervello di regolare in maniera  fisiologica il ritmo sonno-veglia.

I soggetti affetti soffrono di uno sfasamento dell’alternanza tra fase NREM e REM. 

I pazienti narcolettici entrano nella fase REM in maniera improvvisa e atipica abbandonando la fase NREM dopo  soli 15-20 minuti.

Si tratta di una malattia cronica, non sempre facile da diagnosticare; in Italia, ad esempio, si  stima che i pazienti narcolettici siano circa 6.000, ma quelli con diagnosi certa sono solo 2.000.

«La narcolessia è una patologia neurologica rara, che compromette gravemente il sonno, attività fondamentale  per il regolare svolgimento delle funzioni vitali dell'organismo. Si tratta di una malattia altamente sotto diagnosticata tanto che in Italia solo il 10% dei pazienti ha ricevuto una diagnosi. – ha ricordato il Prof. Giuseppe  Plazzi, Responsabile del Centro Narcolessia del IRCCS, Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna e  Presidente di AIMS – Associazione Italiana Medicina del Sonno – Esistono dei campanelli di allarme, le Red Flags,  che potrebbero consentire una diagnosi più rapida, ma purtroppo non sono ancora diffusamente conosciuti».

La campagna #CreateforSleep è stata lanciata a luglio 2021 su sito e social di AIN Associazione Italiana Narcolettici e Ipersonni.

Nello stesso periodo è stato avviato il contest Create for Sleep – Raccontiamo le Red Flags della narcolessia che ha invitato gli studenti del Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA – Nuova Accademia di Belle Arti a raccontare la narcolessia attraverso l’illustrazione di uno o più dei suoi sintomi.

Il concorso ha visto la candidatura di 12 illustrazioni.

Elaborati originali e interpretazioni inedite che sono state sottoposte alla valutazione di una giuria d’eccezione composta da rappresentanti di AIN, di AIMS, illustratori professionisti e giornalisti. Delle 12 illustrazioni presentate, 5 sono state selezionate come significative nel rappresentare al meglio uno o più sintomi della narcolessia e 1 è risultata vincitrice.

Le 5 illustrazioni selezionate sono state condivise e raccontate sui profili social di AIN a partire dalla Giornata Mondiale della Narcolessia, celebrata il 22 settembre 2021.

Il 17 novembre 2021, è stata organizzata una Diretta Facebook sulla pagina di AIN, nel corso della quale pazienti e specialisti si sono confrontati sulla narcolessia, sul riconoscimento e la gestione dei suoi sintomi.

Alla Diretta ha preso parte anche Anna Bonomi, studentessa del Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA che è risultata essere la vincitrice del contest, aggiudicandosi il 1° posto in classifica. Anna Bonomi, studentessa del  Triennio in Graphic Design e Art Direction di NABA, è stata la vincitrice del contest.

L’illustrazione vincitrice raffigura un giovane ragazzo che, mentre è a scuola, fa fatica a tenere gli occhi aperti e intorno a lui tutti gli oggetti  fluttuano in un’atmosfera surreale, quasi liquida, che assomiglia a quella di un sogno. 

La sonnolenza, purtroppo, è uno dei principali sintomi della narcolessia, ma è anche uno dei più fraintesi.

L’obiettivo dell’illustrazione vincitrice è quello di allertare su questo comune fraintendimento anche per far riflettere su quanto invalidante sia questa malattia nella quotidianità di che soffre.

Per disinformazione e mancata diagnosi, il ragazzino dell’illustrazione rischia di perdere l’anno scolastico, così come il lavoro o le relazioni più care. 



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?