Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Dal medico estetico

Un décolleté al top

di
Pubblicato il: 29-11-2021

Un décolleté al top © istock

Sanihelp.it - Il passare degli anni e la conseguente perdita di elastina e collagene, il fumo, l’alimentazione poco curata, l’esposizione continua agli UV senza adeguata protezione e magari l’abitudine a dormire sul fianco. Sono tutte le ragioni che possono sollecitare la comparsa di microrugosità sul décolleté. Molto frequenti sono anche le lentigo solari, che iniziano a comparire dai 40-45 a causa per effetto degli UV che determinano un danno cumulativo e progressivo negli anni.

La scelta dei trattamenti più idonei per ritrovare un décolleté a prova di scollatura dipende dal tipo di inestetismo da affrontare e può richiedere anche un approccio di tipo combinato nei casi più complessi ed avanzati. Ecco cosa consiglia la dottoressa Ginevra Migliori, medico estetico e chirurgo plastico presso la clinica Miglior Viso a Milano e Forte dei Marmi.

Per contrastare la perdita di tono nonché le rughe oblique sono indicati trattamenti quali gli ultrasuoni microfocalizzati, il needling, i peeling da superficiali a medi, il mesobotox e l’infiltrazione di acido ialuronico e di idrossiapatite di calcio.

Gli ultrasuoni microfocalizzati sono emessi da un macchinario che si chiama Ultherapy, il primo e originale dispositivo approvato dall’FDA americana per il ringiovanimento del viso, del collo e del decolté. Il trattamento prevede l’impiego di un manipolo che, applicato sulla pelle, permette di fare l’ecografia dei tessuti per garantire la massima sicurezza e precisione e contemporaneamente produce un riscaldamento controllato fino a 65 gradi dei tessuti in modo da stimolare la produzione di nuovo collagene e rendere la pelle più compatta e levigata.

Il trattamento viene preceduto dall’applicazione di una crema anestetica che lo rende indolore; richiede una sola seduta, della durata di 45 minuti, e permette di tornare immediatamente alle normali attività. I risultati durano dai 12 ai 18 mesi e sono visibili già dopo circa un mese e continuano a migliorare fino a circa 3 mesi dopo il trattamento. Il costo è di circa 1200 euro.

Il needling è una metodica che si avvale di dispositivi, come Dermapen, dotati di minuscoli aghi che, con un movimento di oscillazione verticale, sbucherellano la pelle ripetutamente, rigenerando così collagene ed elastina e rendendo la pelle decisamente più levigata ed uniforme. Prima del trattamento viene normalmente applicata una crema anestetica. Durante la procedura, che dura circa 30 minuti, si applica sulla pelle un siero sterile a base di acido ialuronico, che viene veicolato in profondità grazie ai minuscoli buchini creati dai microaghi. In base alla situazione di partenza, sono consigliate dalle 2 alle 4 sedute con cadenza mensile. Sulle zone trattate si sviluppa un rossore uniforme che in genere scompare nel giro di 24-48 ore. Il costo si aggira intorno alle 350 euro a seduta.

Per il ringiovanimento della pelle del decolleté sono particolarmente efficaci i peeling chimici rivitalizzanti, come il PRX-T33 e il BioRePeelCl3, e gli innovativi peeling enzimatici, tra cui Extreme Firmness. BioRePeeCl3 contiene un mix di vari acidi, in particolare tricloroacetico al 35%, lactobionico, salicilico, tartarico, citrico, gamma-aminobutirrico insieme ad un cocktail di sostanze rivitalizzanti, come aminoacidi e vitamine, mentre PRX-T33 contiene acido tricloroacetico al 33%, perossido di idrogeno e acigo cogico.

Entrambi i tipi di peeling vengono stesi su tutta la superficie da trattare, massaggiati e poi sciacquati. Agiscono non solo rimuovendo le cellule morte, ma hanno anche una spiccata azione rivitalizzante, cioè promuovono la rigenerazione di nuove cellule, collagene ed elastina e migliorano la texture in termini di spessore e compattezza.

Extreme Firmness è un peeling a base non di sostanze chimiche, ma di cheratinasi e collagenasi, enzimi bioattivi che eliminano cellule morte e collagene vecchio e rigenerano tessuto nuovo e giovane. Inoltre, questa formulazione contiene anche altre sostanze, come acido ialuronico, vitamina C e DMAE (ad azione liftante), che saranno veicolate più facilmente in profondità grazie all’azione degli enzimi. Dopo ogni seduta di peeling, sia chimici che enzimatici, non rimangono segni ed è possibile tornare immediatamente alle normali attività. Per risultati ottimali si consigliano mediamente 4 sedute a distanza di 7/10 giorni. Il costo si aggira intorno alle 150 euro a seduta.

Anche la tossina botulinica può essere utilizzata per ringiovanire il decolleté con la tecnica del mesobotox, che consiste nell’infiltrazione nel derma (quindi molto superficialmente) di bassi dosaggi di tossina diluita con soluzione fisiologica oppure cocktail rivitalizzanti. Utilizzata in questo modo, la tossina botulinica stimola l’attività dei fibroblasti, le cellule del derma deputate alla produzione di collagene ed elastina. L’infiltrazione avviene con un ago molto sottile, determina solo un lieve fastidio e permette un immediato ritorno alle normali attività. E’ sufficiente una seduta ogni 4 mesi ed il costo può variare dalle 160 alle 250 euro circa.

Per ringiovanire il collo si può anche ricorrere agli iniettivi, da soli o in associazione con altri trattamenti. I più efficaci e sicuri sono l’acido ialuronico e l’idrossiapatite di calcio. Per quanto riguarda l’acido ialuronico, ne esistono molti tipi sul mercato. Belotero Revive, che contiene anche glicerolo, una sostanza fortemente igroscopica, è uno dei più innovativi. È caratterizzato da un’intensa azione idratante grazie al richiamo d’acqua protratto nel tempo. Il trattamento viene effettuato con un ago sottilissimo, non è doloroso e permette un ritorno immediato al sociale. Si consiglia un ciclo di 3 sedute, una ogni 3/4 settimane. Il costo è intorno alle 280 euro a seduta.

Negli ultimi anni per il ringiovanimento del decolleté si è diffuso anche l’impiego di Radiesse, un iniettivo a base di idrossiapatite di calcio, una sostanza presente anche nelle ossa e nei denti e quindi estremamente sicura e ben tollerata.  A livello del decolté Radiesse deve essere utilizzato con la tecnica dell’iperdiluizione: iil prodotto viene miscelato con soluzione fisiologica, in modo da ottenere una sospensione di particelle di idrossiapatite che non avranno più un effetto riempitivo, ma bioristrutturante, cioè di stimolazione della produzione di nuovo collagene e nuova elastina, che attenueranno visibilmente le rughe e renderanno la pelle del decolté più compatta.

L’infiltrazione avviene in anestesia locale con una microcannula, che permette una distribuzione uniforme del prodotto, indolore e non traumatica per i tessuti. Dopo il trattamento non rimangono segni e i primi risultati si apprezzeranno a partire da 3 settimane dopo ila seduta. Se ne consigliano da 2 a 3 a distanza di 1 mese. Il costo è di circa 420 euro a seduta.

Le lentigo solari possono essere trattate con la luce pulsata o i laser Q-switched o i peeling chimici a base di TCA (acido tricloroacetico). La luce pulsata è un fascio di radiazioni con diverse lunghezze d’onda che colpiscono e distruggono selettivamente la melanina concentrata nelle macchie solari. Una volta steso un sottile strato di gel trasparente sulle zone da trattare, si procede all’applicazione del manipolo del macchinario. La seduta non è dolorosa e non richiede anestesia. Nel periodo post-trattamento si formano sulle lentigo piccole crosticine scure che cadranno nel giro di 3 settimane. Di solito sono sufficienti un paio di sedute, ogni 3/4 settimane, per ottenere la scomparsa delle macchie. Il costo è di 250-300 euro a seduta.

I laser Q-Switched emettono energia di alta intensità in un brevissimo lasso di tempo dell’ordine dei nanosecondi. In questo modo si ottiene una distruzione selettiva ed efficace della melanina concentrata nelle macchie. Il trattamento non richiede anestesia. Sulle lentigo si formano delle crosticine scure che cadranno nel giro di 2/3 settimane. Sono consigliate un paio di sedute a distanza di 3/4 settimane. Il costo è di circa 300-350 euro a seduta.

I peeling chimici utilizzati per eliminare le macchie solari sono generalmente a base di TCA o acido tricloroacetico ad una concentrazione compresa tra il 15 e il 43%. Prima si applica il prodotto con la concentrazione più alta sulle singole macchie e poi si applica dappertutto quello con la concentrazione più bassa per uniformare il risultato. Il trattamento non richiede anestesia. Sulle lentigo si formano delle crosticine scure che cadranno nel giro di 2 settimane. Sono consigliate 3/4 sedute a distanza di 2 settimane. Il costo è di 250-300 euro a seduta.



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?