Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Donne

In menopausa un kamasutra meno impegnativo

di
Pubblicato il: 21-12-2021

Dal Regno Unito arriva il calmer sutra, ovvero il Kamasutra ripensato per le donne in menopausa, per ridurre al minimo i dolori articolari, i problemi di fiducia nel corpo e la secchezza vaginale.


In menopausa un kamasutra meno impegnativo © istock

Sanihelp.itLa menopausa rende il sesso meno piacevole: lo ha dichiarato il 75% delle 601 donne inglesi tra i 35 e i 65 anni interpellate a fine novembre dal Menopause Experts Group, società britannica che promuove servizi di educazione alla menopausa e prodotti che aiutano ad alleviarne i sintomi. Non solo: il 25% delle interpellate ha dichiarato di aver smesso completamente di fare sesso con l’ingresso nella menopausa e il 53% si è detta meno sicura del proprio corpo. Durante il sesso, poi, il 57% ha sofferto a causa della secchezza vaginale e il 35% per via dei dolori articolari.

«La menopausa non dovrebbe significare la fine della vita amorosa, ma purtroppo non sorprende che metà delle donne abbia scoperto che il sesso è diventato molto meno piacevole durante la menopausa. Ciò può in parte essere spiegato dal dolore articolare, che viene sperimentato da un terzo delle donne durante il sesso, e dalla perdita di fiducia nel corpo. Scegliendo posizioni che riducono al minimo lo sforzo esercitato sulle articolazioni e assicurandosi che la donna non si senta messa in mostra, le coppie possono rendere il sesso più piacevole» ha spiegato Dee Murray, psicoterapeuta e fondatrice del Menopause Experts Group.

Da qui quindi l’idea di un calmer sutra, ovvero un kamasutra più calmo, che promuove le posizioni ritenute più gratificanti per la donna in menopausa, appunto quelle che minimizzano l’impegno articolare e l’esibizionismo richiesto al versante femminile della coppia. Ne è un esempio chiaro la posizione del cucchiaio (la donna è sdraiata su un fianco con l’uomo, a sua volta sul fianco, che la avvolge da dietro), che mette la donna in una posizione rilassata, senza che le articolazioni vengano sollecitata, e che la fa sentire coccolata e confortata. Incoraggiata anche la masturbazione, soprattutto per le donne che hanno sperimentato dolore vaginale o secchezza, a patto di far ricorso a una buona lubrificazione a base d’acqua.

Sono invece sconsigliate tutte quelle posizioni che richiedono flessibilità e performance atletiche e impegnano attivamente soprattutto la donna così come quelle che riducono al minimo l’intimità di coppia e il contatto visivo, che aiuta l’eccitazione. Un esempio? La posizione che il Menopause Experts Group chiama spalla fredda dove lui è seduto e lei sulle sue ginocchia, voltandogli la schiena: qui è la donna a guidare la penetrazione alzandosi e abbassandosi con un inevitabile impatto sulle articolazioni.

«Molti problemi possono essere risolti utilizzando lubrificanti vaginali, idratanti, dilatatori e vibratori, quindi più le coppie sono di mentalità aperta, più è probabile che godano di una relazione sana» aggiunge Dee Murray. «Il sesso è una parte importante di molte relazioni, e non c'è bisogno di rinunciare a quell'intimità, ma dobbiamo anche ricordare che la vicinanza non riguarda solo il sesso. Tenersi per mano, mostrare emozioni, coccolarsi senza fare sesso aiuta, ma l'intimità significa anche parlare e condividere le cose l'uno con l'altro».



VOTA:
3.5 stars / 5
Vuoi ricevere la newsletter di Sanihelp.it?