Advertisement
HomeSalute BenessereSaluteLa diagnosi di cancro azzera la volontà di fare sport

La diagnosi di cancro azzera la volontà di fare sport

Sanihelp.it – In occasione del symposium dell’American Society of Clinical Oncology's Cancer Survivorship è stato presentato uno studio che ha evidenziato come, anche se la pratica sportiva è molto utile nei pazienti con cancro, circa il 75% delle persone dopo una diagnosi di cancro, smette di praticarlo.


Gli autori dello studio sono arrivati a queste conclusioni dopo aver analizzato i dati relativi a 662 pazienti con cancro, curati in 12 diverse cliniche di Philadelphia; il 65% del campione è risultato costituito da donne, età media 60 anni, in sovrappeso o obese.

Dall’analisi dei dati è emerso che il 75% dei pazienti ha dichiarato di aver ridotto la quantità di esercizio fisico praticato dopo la diagnosi di tumore, il 16% di aver mantenuto lo stesso livello di attività precedente alla diagnosi e il 4% di averlo, invece, incrementato.

I medici dovrebbero sempre incoraggiare i pazienti all’attività sportiva, tanto più quelli con cancro poiché sono numerosi gli studi che hanno provato che lo sport migliora l’esito dei trattamenti anticancro che vengono messi in atto. 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...