Advertisement

Oltre il mare

Sanihelp.it – Il tumore al polmone è ancora oggi una delle forme di cancro più aggressive, fortemente legata al fattore di rischio primario, il fumo, e colpisce ogni anno 2 milioni di persone in tutto il mondo, con oltre 43.000 diagnosi solo in Italia nel 2022. 


Da qui l'importanza di iniziative di sensibilizzazione sulle corrette abitudini e sulla prevenzione volte a incentivare la diagnosi precoce, fattore dirimente nell'evoluzione della malattia.

Oltre il mare è una pellicola che racconta come il tumore al polmone sia entrato prepotentemente nella vita di Aldo e Roberto – tutt'ora affetti dalla patologia – e Carlotta che, sebbene ne sia guarita, testimonia come un avvenimento del genere non possa mai veramente smettere di influenzare ogni parte della propria esistenza. 

Oltre il mare è un film documentario realizzato da Sanofi insieme a Walce Onlus – Women Against Lung Cancer in Europe, partner del progetto, e a Rufa- Rome University of Fine Arts, l'Accademia di Belle Arti di Roma, per sensibilizzare nei confronti di questa malattia.

Oltre il mare dà inoltre voce anche a quanti vivono ogni passo della malattia insieme ad Aldo, Carlotta e Roberto: i loro caregiver, che offrono il proprio supporto e vivono anche sulla propria pelle l'impatto del tumore di una persona cara.

Molto spesso sono i familiari, a volte sono le associazioni dei pazienti.

Come Walce Onlus, l'Associazione partner del docufilm, che dal 2006 supporta persone con tumore al polmone e le loro famiglie. 

Per raccontare al meglio queste tre storie, Sanofi si è affidata alle professionali mani di Rufa, che ha dato vita a una troupe costituita da alcuni dei talenti più promettenti fra quelli che hanno recentemente concluso il proprio percorso universitario.

Questa scelta è stata presa al fine di riuscire a raccontare un tema così complesso e delicato attraverso un occhio diverso, capace di cogliere sfumature peculiari e offrire una prospettiva inedita sulla convivenza con la malattia.

«La mission formativa di Rufa- ha sottolineato il direttore Rufa- Rome University of Fine Arts, l'architetto Fabio Mongelli – prevede un coinvolgimento diretto degli studenti in attività progettuali e produzioni artistiche, ideate e realizzate fianco a fianco con i docenti e partner esterni. Un agire che consente ai talenti in formazione di entrare in contatto da subito con il mondo delle professioni culturali e creative e, soprattutto, di confrontarsi con i protagonisti delle realtà produttive».

«La collaborazione che si è venuta a creare in questa particolare occasione- ha tenuto a precisare- non è rilevantesoltanto dal punto di vista formativo e artistico, ma anche per quanto concerne gli aspetti etici e sociali: un elemento che conferisce all'iniziativa un valore aggiunto che è stato particolarmente apprezzato dal gruppo di lavoro nella fase di realizzazione». Nonostante negli ultimi vent'anni si siano susseguite numerose campagne informative, di sensibilizzazione e di educazione alla prevenzione e si sia assistito a una flessione dell'incidenza di questa patologia e anche della mortalità, il tumore al polmone rimane ancora una delle prime cause di morte per cancro nel mondo. 

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...