Advertisement
HomeSalute BenessereSaluteL'azalea della ricerca

L’azalea della ricerca

Sanihelp.it – Si rinnova anche domenica, in occasione della festa della mamma, l’iniziativa dell'azalea della ricerca di Fondazione AIRC. L’azalea è il fiore simbolo della Festa della Mamma ed è un’alleata della ricerca sui tumori che colpiscono le donne. Con una raccolta totale di circa 300 milioni di euro, l’Azalea di Fondazione AIRC ha contribuito in quattro decenni al miglioramento della qualità di vita e della sopravvivenza delle donne, attraverso diagnosi sempre più precoci, approcci chirurgici meno invasivi e terapie più precise e mirate, più efficaci e meglio tollerate. Oggi 2 donne su 3 in Italia sono vive dopo 5 anni da una diagnosi di cancro.


L’iniziativa quest’anno festeggia il suo quarantesimo compleanno e ricorda a tutti quanto il futuro della ricerca sia nelle mani di tutti. Circa ventimila volontari, coordinati dai diciassette uffici regionali, scenderanno in oltre 3.500 piazze per distribuire oltre 600 mila piantine di azalea a fronte di una donazione minima di 18 euro. Con le azalee sarà offerta anche una guida che ripercorre i principali traguardi della ricerca. L’Azalea è disponibile anche su Amazon. Tutte le informazioni e i punti di distribuzione su azaleadellaricerca.it.

In Italia solo per il 2023 sono state stimate oltre 187.000 nuove diagnosi di tumore nel genere femminile, 1300 in più rispetto all’anno precedente (Fonte: AIOM, AIRTUM, I numeri del cancro in Italia 2023). Una recente indagine condotta da Kantar Italia per Fondazione AIRC su un campione di 800 donne di età compresa tra i 18 e i 65 anni conferma la trasversalità del cancro: oltre 2 donne su 3 dichiarano di essere state toccate dal cancro, per esperienza diretta o tra familiari e amici. La malattia è considerata, però, sempre più curabile: per il 50% delle intervistate dal cancro si guarisce nella maggioranza dei casi grazie alle cure a disposizione e per il 90% del campione la ricerca è molto importante per trovare terapie sempre più efficaci e affrontare la malattia nel modo migliore. Il tabù del cancro come male incurabile sembra superato ma per un terzo delle intervistate (33%), guarire dal cancro dipende ancora dalla fortuna. Un dato che evidenzia la necessità di continuare a informare in maniera puntuale sui progressi della scienza e sostenere con continuità, attraverso la raccolta di fondi, il progresso della ricerca per la cura del cancro.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...