Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google
Sanihelp.it > Esami del sangue > Osmolalità del sangue - Esami di laboratorio

Esami di laboratorio

Osmolalità del sangue

o Osmolalità del siero

In generale l'osmolalità di una sostanza ne indica la concentrazione; è determinata dal numero di osmoli di soluto per kilogrammo di solvente. Al contrario, l'osmolarità fa riferimento a un litro di solvente; è meno precisa poichè il volume varia a seconda della temperatura che si ha.

L'esame dell'osmolalità del sangue fa riferimento alle particelle osmoticamente attive, ad esempio carboidrati e proteine, presenti nel siero.
Ha lo scopo di individuare squilibri di fluidi o elettroliti.
Principalmente viene utilizzato per verificare lo stato d'idratazione di un soggetto, la concentrazione delle urine, la quantità di ormone antidiuretico (ADH) secretro e stati di iponatriemia, dovuti a perdita di sodio attriverso le urine o aumento dei fluidi ematici.
Viene anche utilizzato come esame tossicologico.

PRIMA DEL TESTPRIMA DEL TEST:Non è necessario il digiuno prima del test.
PRASSIPRASSI:Viene raccolto un campione di sangue del volume pari a 7ml in una provetta con tappo rosso.
DOPO DEL TESTDOPO DEL TEST:Si esercita pressione sul punto di prelievo, controllando lo stato di sanguinamento.
VALORI NORMALI:280-296 mOsm/kg di H2O (unità SI: 280-296 mmol/kg)
VALORI ANORMALI AUMENTATI:
se valori sono superiori (valori alti) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Acidosi
- Azotemia
- Chetoacidosi
- Convulsioni
- Diabete insipido
- Diabete mellito
- Dieta iperproteica
- Disidratazione
- Edema- Epatopatia avanzata
- Iperaldosteronismo
- Iperbilirubinemia
- Ipercalcemia
- Iperglicemia
- Ipernatriemia
- Ipokaliemia
- Overdose di alcol
- Overdose di etilen glicole
- Overdose di metanolo
- Shock
- Trauma
- Uremia
- Ustioni
VALORI ANORMALI DIMINUITI:
se i valori sono inferiori (valori bassi) rispetto ai valori normali si potrebbe trovarsi in una o più delle seguenti condizioni o patologie.
- Cancro al polmone
- Cirrosi epatica
- Edema
- Insufficenza epatica con ascite
- Iperidratazione
- Morbo di Addison
- Periodo post-operatorio
- Scompenso cardiaco congestizio
- Sindrome da secrezione inappropriata di ADH (SIADH)
FATTORI CHE INFLUENZANO:L'emolisi del campione può provocare risultati del test alterati.
Inoltre, diuretici osmotici e mineralcorticoidi, sono farmaci che possono influenzare gli esiti.
NOTE:Le condizioni cliniche del paziente sono aggravate da un'elevata osmolalità del siero:
- > 385 mOsm/kg di H2O : stupor da iperglicemia
- > 400 mOsm/kg di H2O : crisi epilettica-gran male
- > 420 mOsm/kg di H2O : morte
a cura di Alessia Palmeri
Fonte: Manuale di tecniche diagnostiche ed esami di laboratorio; McGraw-Hill
Esami medici dalla A alla Z; Tecniche Nuove
Interpretazione dei dati di laboratorio; Edizioni Minerva Medica
Dottoressa Lorenza Rimassa, Vice Responsabile dell’Unità operativa di Oncologia Medica e Dirigente medico presso Humanitas Cancer Center.
Torna alla ricerca degli esami