Advertisement
HomeNewsLa dieta in gravidanza e l'obesità nell'infanzia

La dieta in gravidanza e l’obesità nell’infanzia

Sanihelp.it – Uno studio condotto in sinergia fra ricercatori di Singapore, della Nuova Zelanda e dell'Inghilterra e pubblicato sulla rivista Diabetes ha evidenziato come la dieta seguita durante il primo trimestre di gravidanza può influenzare significativamente la predisposizione all'obesità del nascituro in età scolare. Lo studio è stato realizzato analizzando il tessuto del cordone ombelicale di circa 30 bambini per vedere in quale modo l'alimentazione materna durante la gestazione può indurre variazioni funzionali del DNA ovvero per valutare come l'alimentazione può indurre cambiamenti epigenetici. Si è visto che le donne che nel primo trimestre di gravidanza adottano una dieta povera di carboidrati inducono delle variazioni nel DNA dei propri figli (cambiamenti denominati epigenetici appunto) che si adegua a funzionare come se dopo la nascita dovesse vivere in un ambiente povero di carboidrati e si attiva a sviluppare funzionalità che gli permettono di immagazzinare grassi, in modo da poterne disporre quando non c'è cibo. Nel mondo occidentale, però, il cibo non scarseggia e questo cambiamento epigenetico determina, in media, 3 kg in più nella fascia di età 6-9 anni nei bambini nati da donne che hanno assunto pochi carboidrati durante la gestazione.


Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...