Advertisement
HomeNewsMigliorare la qualità del latte materno? Si può!

Migliorare la qualità del latte materno? Si può!

Sanihelp.it – Può un intervento dietetico migliorare la qualità del latte materno? Sembrerebbe di si almeno stando ai risultati di uno studio condotto presso l'università di Turku in Finlandia e pubblicato sulla rivista European Journal of Nutrition. Gli autori di questo studio hanno reclutato 125 donne e in modalità random le hanno suddivise in 3 gruppi: un gruppo di controllo che ha seguito una dieta corretta e ha assunto placebo, un gruppo che ha seguito la dieta e ha ricevuto olio di canola arricchito di fermenti lattici e il terzo gruppo ha seguito sempre una dieta corretta e ha ricevuto il solo olio di canola senza fermenti. È noto che per uno sviluppo ottimale del sistema nervoso del bambino è importante avere livelli ottimali  di DHA, un acido grasso che si può sintetizzare a partire dall'acido linoleico di cui è ricchissimo, ad esempio, l'olio di canola. I tre gruppi sono stati strettamente monitorati durante ogni trimestre di gravidanza e dopo un mese dal parto; i ricercatori, inoltre, hanno anche analizzato la composizione del colostro subito dopo il parto e la composizione del latte materno dopo un mese. I ricercatori hanno accertato che le donne dei due gruppi di intervento dietetico sono state quelle la cui qualità del latte si è rivelata superiore perché hanno allattato i loro bambini con un latte ricco di acido linoleico. Le donne che hanno assunto la combinazione olio di canola-fermenti hanno mostrato una migliore disponibilità di acido linoleico; concentrazioni ottimali di questo acido grasso nei bambini ha dimostrato di poterne abbassare la propensione per la dermatite atopica. L'integrazione nutrizionale in entrambi i gruppi, inoltre, ha innalzato i livelli di citochine circolanti nel neonato migliorandone l'immunocompetenza.


Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...