HomeFitnessRafforzare gli addominali con il Pilates

Rafforzare gli addominali con il Pilates

Pilates

Sanihelp.it – Oltre all’utilizzo degli attrezzi, il Pilates prevede anche la ginnastica a corpo libero. Proviamo a vedere insieme allo Studio Pilates srl (Milano) di Anna Maria Cova, un esempio: Roll up.

Obiettivo
Rafforzamento muscoli addominali.
Aumento della flessibilità della catena cinetica posteriore.
Posizione di partenza
Disteso supino, gambe vicine, piedi in flessione dorsale o rilassati (Pilates Stance).
Le braccia tese all’indietro (20 cm circa da terra), palme delle mani supinate.
Colonna vertebrale ben aderente al suolo.
Movimento
Alzare le braccia, quando i gomiti si troveranno all’altezza del naso, alzare la testa portando il mento al petto.
Portarsi lentamente a sedere per poi continuare il movimento fino a toccare con le mani le punte dei piedi.
Eseguire il movimento contrario contraendo i glutei in fase iniziale fino a tornare alla posizione di partenza.
Respirazione
Inspirare durante la prima fase del movimento.
Espirare durante tutto il movimento di salita.
Inspirare durante l’esecuzione del movimento contrario.
Espirare quando la schiena tocca a terra.
Osservazioni
Ripetere da tre a cinque volte.
In fase iniziale è possibile flettere le ginocchia.
Se non è possibile eseguire il movimento provare a staccare la testa dal suolo e le prime vertebre dorsali.
In caso di forte retrazione della muscolatura della catena cinetica posteriore è indicato l’uso di un cuscino
sotto il capo.
Note
Durante il movimento cercare di staccare una vertebra dopo l’altra badando soprattutto al controllo della
regione lombare.
Cercare di estendere le ginocchia al massimo immaginando di voler toccare con i talloni qualcosa di lontano.
Mantenere i piedi in flessione dorsale.

Ultime news

Storie di profumi

No alcol in gravidanza

Gallery

Lo sapevate che...