Le parole più cercate: Pancia piatta Influenza Cefalea
Ricerca personalizzata Google

Aloe



Autore: Angela Nanni
Data inserimento: 28-12-2015

L'aloe è una pianta sempre verde, ad arbusto, perenne e rampicante, dotata di fiori di forma allungata con colori che sfumano dall'arancio al rosso scarlatto; appartiene alla famiglia delle aloaceae che conta al suo attivo circa 350 varietà di piante in tutto il mondo. Di solito si distinguono 3 grandi gruppi di aloe: acaules, subacaules e cauleas. Il gruppo acaules comprende piante senza tronco o dotate di fusto molto corto, morbido e spesso; a questo gruppo appartengono l'aloe barbadensis miller, l' aloe saponaria e l'aloe aristata. Il gruppo subacaules comprende piante dallo stelo corto e legnoso a cui appartengono l'aloe succotrinae, l'aloe chinensis. Il gruppo cauleas comprende piante dal tronco esteso e ramificato e gli arbusti possono raggiungere anche alcuni metri di altezza a questa classe appartengono le varietà aloe ferox, aloe arborescens e la aguillaria agallocha.


Storia  Storia
Storia Storia:
Del genere aloe si conoscono almeno 600 piante; le regine dell’antico Egitto Nefertite e Cleopatra usavano l’aloe per migliorare la bellezza della pelle e proteggerla dalle infezioni. Dioscoride consigliava l’aloe per le emorroidi; Plinio il vecchio, Celso, Galeno e altri medici dell’antichità consigliavano l’aloe per rimediare ai disturbi intestinali e per la cicatrizzazione delle ferite. Nell’antichità si pensava che l’aloe oltre che per scopi medicamentosi potesse essere usata per combattere gli spiriti maligni. Alcune specie di aloe sono state coltivate intorno alla Mecca e l’immagine della pianta a volte adornava l’ingresso delle abitazioni dei mussulmani. In nome arabo dell’aloe è saber e significa pazienza, in riferimento al tempo che intercorre tra la sepoltura e la resurrezione.


FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI FONTE - CONFLITTO DI INTERESSI:
www.nccam.nih.gov

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.


Ultime piante inserite: