HomeVita di coppiaÈ di nuovo il mese dell'anno dedicato all'autoerotismo

È di nuovo il mese dell’anno dedicato all’autoerotismo

Piacere

Sanihelp.it – Maggio è il mese internazionale della Masturbazione: abbiamo già avuto modo di raccontare perché è nata l’idea, lanciata inizialmente da un negozio di sex toys americano nel 1995, di dedicare un mese intero a celebrare l’autoerotismo. Ed ora che questo mese è iniziato LELO, marchio del settore dei giochi sessuali, invita a celebrare la masturbazione non come «qualcosa che va fatto in fretta e di nascosto, ma» come «un momento di esplorazione e un atto d’amore per sé stessi». Del resto proprio una ricerca condotta dal brand l’anno scorso ha evidenziato come l’autoerotismo in Italia sia una pratica trasversale e praticata a prescindere da età, genere e situazione sentimentale: il 76,1% degli intervistati la pratica regolarmente come modo per conoscersi, mentre il 49,3% la considera una sana abitudine.

«L’autoerotismo, come la masturbazione in coppia, ha un impatto positivo sia a livello individuale, come momento di scoperta di sé stessi e del funzionamento del proprio corpo, sia a livello relazionale come possibilità di sperimentare e di giocare con l’altro all’insegna della libertà dagli aspetti prestazionali» commenta Valentina Cosmi, psicoterapeuta e sessuologa SISP e consulente LELO. «Nonostante il comportamento masturbatorio ancora oggi sia permeato da molti tabù e stereotipi duri a morire, è altrettanto vero che sempre di più assistiamo ad uno sdoganamento di questo comportamento, soprattutto tra i giovanissimi e, sottolineerei, le giovanissime! Una maggiore consapevolezza, dunque, nel contatto con il proprio corpo che va di pari passo con il riconoscersi il diritto al piacere e al benessere sessuale proprio a partire da sé stessi per poi condividere quanto appreso all’interno di una relazione di coppia». 

Come celebrare al meglio questo mese? LELO invita a esplorare modalità diverse di autoerotismo, in cui l’unico limite è la propria immaginazione.

Provare nuovi spazi e nuovi tempi. Il momento della masturbazione non deve essere necessariamente limitato solo alla camera da letto. Ok, il bancone della cucina è solitamente dedicato alla preparazione del cibo, ma nulla vieta di trovare utilizzi più creativi, riservandolo ad un momento per sé stessi. Avete già aggiunto la masturbazione sotto la doccia alla vostra lista? Come emerge da alcune ricerche, l'acqua fredda aumenta il flusso sanguigno e può anche rilasciare endorfine e, se vi piacciono le cose un po’ più hot, anche l’acqua calda può sortire gli stessi effetti. O ancora, ecco uno scenario che potreste ricreare in una frizzante serata di maggio: prendete possesso del divano, accendete qualche candela e la vostra musica preferita, trovate una posizione comoda e concedetevi un po' di tempo per esplorare i limiti del vostro corpo.

Sperimentare l’edging. Fermarsi poco prima dell'orgasmo e ricominciare dopo una breve pausa, per un orgasmo ancora più potente. L’edging funziona bene sia da soli che in coppia ed è un'attività semplice, soddisfacente e dinamica, da includere nella vostra routine di masturbazione ogni volta che vi sentite pronti.

Masturbazione e sex toys vanno a braccetto. Con stimolazione esterna, interna o entrambi, dipende solo da voi. Ciò non vuol dire però che dovreste limitarvi alla stimolazione di una sola area, quindi provate ad esplorare tutte le vostre zone erogene per scoprire cosa vi porta più piacere.

FonteLELO

Ultime news

Storie di profumi

No alcol in gravidanza

Gallery

Lo sapevate che...