HomeMamma e bambinoMamma VipCostanza Caracciolo ha una diastasi addominale

Costanza Caracciolo ha una diastasi addominale

Post gravidanza

Sanihelp.it – «Ho una diastasi di cinque centimetri, fortunatamente non accompagnata da ernia addominale». A rivelarlo in una intervista a Ok salute e benessere è Costanza Caracciolo, ex velina e compagna di Christian Vieri. La diastasi addominale consiste nella separazione dei muscoli retti addominali ed è per lo più una conseguenza di una gravidanza, che diventa un problema vero e proprio quando la distanza tra la parte destra e la parte sinistra del retto supera i due centimetri e non si risolve entro alcuni mesi dal parto. Costanza ha avuto due gravidanze ravvicinate (nel 2018 è nata la primogenita Stella e nel 2020, a soli 16 mesi di distanza, la secondogenita Isabel) e un anno dopo l’ultimo parto, trovandosi ancora con una pancia che non spariva nonostante le indicazioni del nutrizionista né con l’allenamento specifico, si è quindi sottoposta a ecografia addominale, ricevendo la diagnosi di diastasi.


Il disturbo non è infrequente, ma non se ne parla molto, tanto che molte donne lo scoprono solo quando lo vivono in prima persona, come è successo alla stessa Caracciolo. Da alcuni anni è però attiva l’Associazione Diastasi Italia ODV (www.diastasiaddominale.com) che punta a divulgare informazioni sulla malattia; forse anche per questo negli ultimi tempi diverse vip hanno cominciato a parlarne: Valentina Persia l’ha affrontata con un intervento chirurgico nel 2020 e anche un’altra ex velina, Giorgia Palmas, ha dichiarato di averla in forma lieve.

«Contrariamente a quanto si pensi, la diastasi non è un disturbo esclusivamente estetico o che coinvolge solo la pancia. Nel mio caso, ad esempio, ha scatenato anche dei mal di schiena che interessano soprattutto la parte bassa e che si intensificano quando svolgo attività che richiedono un certo sforzo fisico. Alla lombalgia si aggiungono sporadici fastidi alle anche e al bacino» ha rivelato sempre Costanza che ha ammesso però di ritenersi fortunata rispetto alle tante donne di cui ha letto le testimonianze sul gruppo Facebook Diastasi Italia, perché nel suo caso non sono comparse ernie. «Un aspetto da non sottovalutare, poi, è quello psicologico: la diastasi può creare un disagio interiore. Bene o male io sono sempre riuscita ad arginare i commenti e le domande morbose riguardo al peso o a eventuali nuove gravidanze, ma non tutte le donne hanno la forza di reagire con una risata o una scrollata di spalle. Questa è una condizione che di per sé può minare l’autostima femminile e i commenti indelicati di qualcuno possono ulteriormente ferire» ha aggiunto.

L’unica soluzione definitiva è la chirurgia, ma al riguardo l’ex velina non ha ancora preso una decisione, pur avendo già consultato un chirurgo. Nell’attesa cerca di tenere sotto controllo la diastasi seguendo una dieta bilanciata appositamente studiata dal nutrizionista e svolgendo un allenamento mirato suggerito dal personal trainer: «svolgo solo esercizi che, alternando la contrazione degli addominali obliqui e traversi a una corretta respirazione, siano in grado di rinforzare la muscolatura e riavvicinare i tessuti senza però peggiorare la situazione».

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...