HomeVita di coppiaUn aiuto dalla nanotecnologia

Un aiuto dalla nanotecnologia

Impotenza

Sanihelp.it – L’impotenza è un problema molto sentito non solo a livello personale, ma anche a livello scientifico, poiché gli studi e le sperimentazioni su nuove possibili soluzioni che permettano al maschio di recuperare l’erezione perduta sono ormai all’ordine del giorno.

L’ultima trovata arriva dall’Albert Einstein College of Medicine di New York e si avvale della nanotecnologia, un ramo della scienza applicata e della tecnologia che sfrutta l’infinitamente piccolo.

È stata creata, infatti, una crema composta da nano-particelle dall’effetto anti-impotenza che, è stata testata su alcune cavie. Su sette animali trattati con questa nano-medicina, infatti, ben cinque hanno mostrato evidenti segnali di ripresa con un effetto quasi istantaneo e senza particolari controindicazioni.

I risultati dei test sui topi sono stati presentati in uno studio dall’American Urological Association e rappresentano il punto di partenza per futuri studi sull’uomo, sia per stabilire l’efficacia del prodotto sia per determinarne la possibile tossicità.

Se gli studi avranno successo, le pillole pro-erezione potrebbero andare in pensione? Secondo gli esperti, la crema, agendo solo a livello locale, avrebbe maggiori probabilità di risultare ben tollerata rispetto alle compresse attualmente in commercio.

Inoltre è noto, a livello scientifico, che qualunque sostanza veicolata attraverso la nanotecnologia agisce più rapidamente perché diventa maggiormente “biodisponibile”. Di conseguenza, la crema dovrebbe avere un effetto quasi istantaneo, risolvendo quell’attesa, variabile, che richiedono le pillole.

Video Salute

Ultime news

Gallery

Lo sapevate che...